Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Ancora tre "tutto esaurito" per la mitica Passeggiata a San Salvi, giunta alle sue repliche n. 517, 518 e 519! Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Maria Raffaella Pisanu   
Mercoledì 26 Settembre 2012 13:29

L’ormai “mitica” Passeggiata a San Salvi, giunta alle sue repliche n. 517, 518 e 519, ha ancora tutto esaurito: C’era una volta…il manicomio, spettacolo di e con Claudio Ascoli, si terrà da Giovedì 27 a Sabato 29 settembre 2012  alle ore 21.15, ultime occasioni per scoprire nuovi documenti, lettere e testimonianze sulle terapie psichiatriche in voga sino agli anni ’60.
Uno spettacolo di denuncia di più di due ore e mezza, che ha divertito ed emozionato quasi trentamila spettatori. Una messa in scena arricchita da libri, video, fotografie, tesi di laurea, dottorati di ricerca, un’idea venuta alla luce nel lontano 1999 che con i suoi tanti “passeggiatori”, come li chiama Ascoli, ha accumulato centinaia di repliche tutto esaurito.
Ogni sera è inevitabilmente diversa dalla precedente, per cui molti spettatori incuriositi ritornano a distanza di anni, anche perché la Passeggiata spesso prende a esempio di follia persino l’attualità politica – “grave ma non seria”, direbbe Flaiano – quasi a mettere in relazione le tragiche storie da Cottolengo con le vicende dei giorni nostri; sicuro che l’attuale crisi non mancherà nella prossima coinvolgente narrazione in chiave ludico-satirica. Sicuro che la malinconia che aleggia in quel posto delle numerose contese e delle verità sottaciute è un validissimo motivo, di per sé, a voler provare questa nuova esperienza. San Salvi non è stato solo un luogo di follia, è un luogo di cultura, oggi come ieri, ed è bene rimanga sempre un luogo della memoria. Questo racconto itinerante, in realtà pensato per soli 40 spettatori per sera (in teoria), ha come unico protagonista l’attore-regista dei Chille de la balanza , il quale narra con parole, immagini, suoni la sua follia, percorrendo e ripercorrendo in lungo e in largo il vecchio manicomio. Scorrono così scatti (di Carla Cerati) e interviste con matti, dottori (psichiatri) e mediatori (infermieri), iatture (filmini super 8 delle prime feste nei lager manicomiali) e torture (inoltrate ai danni di pazienti non consapevoli).
Ascoli legge lettere - mai spedite - in cui uno schizofrenico chiede l’intervento dell’Armata rossa per distruggere il reparto in cui è rinchiuso, oppure gioca in modo surreale coi luoghi, visitando i locali abbandonati o appena ristrutturati del manicomio fiorentino (dai padiglioni ai camminamenti all’archivio storico sotterraneo); affabulando, invita alla costituzione di un nuovo movimento politico (FSSNFDL: Forza San Salvi nel futuro della libertà), pertanto chiede provocatoriamente di sottoscrivere una petizione per l’abbattimento di tutti gli alberi al fine di creare una new town per risistemare nuovamente i matti, recuperandone poi il legname per le bare di quanti moriranno per mancanza di ossigeno. L’artista dei Chille allarga il suo sguardo sulle tante realtà manicomiali all’indomani della Legge Basaglia; quindi innanzi tutto non dimentica San Salvi, il suo presente incerto e soprattutto il suo futuro prossimo.
Inizia festosamente questo gioco teatrale itinerante: gli spettatori sono coinvolti nella “conta” dei presenti come si svolgeva a ogni cambio di turno per “consegnare i matti”. Ben presto ci si accorge, non senza amarezza, che oggi il manicomio è ovunque, che tutti noi “non siamo più persone”, come notava Basaglia per i suoi matti. Ora che tutta la nostra società è spaventosamente istituzionalizzata, forse occorrerebbe una nuova legge 180, sulla scia dell’originale del 1978, volta a cambiare una volta per tutte la società.

Maria Raffaella Pisanu

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016