Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

La risposta del teatro Bellini alla crisi è nei dubbi di Telemaco. Odissè di Gabriele Russo apre la stagione 2012-2013 Venerdì 27 Ottobre Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Ciro Scannapieco   
Lunedì 22 Ottobre 2012 19:53

Sarà Odissè - In assenza del padre, spettacolo scritto e diretto da Gabriele Russo, ad inaugurare la Stagione 2012-2013 del Teatro Bellini. Il testo ideato da Russo, opera una profonda e cruda riflessione su una società contemporanea in crisi, soprattutto di valori e punti di riferimento. La leva narrativa del testo fa fulcro sul flebile parallelo con l'Odissea.
Qui la vicenda di Telemaco, figlio di Ulisse diventa metafora di una generazione allo sbando, priva di padri e punti di riferimento.
Telemaco cerca un padre. La ricerca diventa un motore educativo fortissimo, più forte dell'assenza del riferimento paterno. Quella di Telemaco è una ricerca che non troverà mai un punto d'arrivo, ma non per questo vana, anzi – come si legge nelle parole dell'autore - necessaria più che mai, l'unico modo per dare un senso a se stesso e ad un mondo ferito ed agonizzante, ad un'esistenza sempre più sospesa fra il reale ed il virtuale.
Nello show reale e virtuale, mito e cinismo realista si sovrappongono per destrutturare i luoghi comuni ed approdare ad una nuova e consapevole autocoscienza. Telemaco è un figlio in cerca del padre, che crede un eroe. Ma lo è davvero?
E se Penelope fosse una donna qualunque tradita da un uomo come tanti, una donna che rimasta sola cresce il figlio parlandogli del padre come di un eroe. Un luogo di domande che non trovano risposte, in cui le certezze del mito si scontrano con la feroce l'incertezza del reale. Odissè, non vuole essere uno spettacolo che fornisce risposte, ma un "frullatore" di domande. La risposta di Russo all'incertezza è il dubbio, quel dubbio che non ti fa credere alle risposte confezionate in blister appese sugli scaffali di qualche ipermercato mediatico. Telemaco per diventare uomo dovrà compiere un viaggio onirico, seguendo il mito del padre, attraversando, talvolta in prima persona talvolta nei panni del padre, le avventure di Ulisse. Lo spettacolo vedrà la collaborazione di Marco Manchisi alla regia, la fantasia di Francesco Esposito allestimento scenico, l'estro di Chiara Aversano ai costumi, mentre Salvatore Palladino curerà il disegno luci ed Eugenio Dura si occuperà delle coreografie. Tra tutti questi dubbi una certezza. Il Teatro Bellini teatro stabile di Napoli dà appuntamento a Venerdì 27 Ottobre 2012.

Ciro Scannapieco

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016