Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

HobbyShow: Salone delle Belle Arti e della Creatività Manuale Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Arti Figurative - Oltrecultura: Eventi Arti Figurative
Scritto da Maria Raffaella Pisanu   
Venerdì 09 Novembre 2012 09:21

Da venerdì 12 fino a domenica 14 ottobre 2012 si è svolta la decima edizione romana del Salone delle Belle Arti e della Creatività Manuale, cui hanno preso parte più di cento espositori e migliaia di “creative”. Da subito la manifestazione è diventata la più importante vetrina italiana del settore. Quest’anno il Padiglione espositivo era più grande, con nuove aree tematiche e diverse proposte natalizie. Inoltre ha avuto luogo l’attesissimo Grande spettacolo del Cake Design, in collaborazione con Miss Cake, dal momento che questa passione per la decorazione dei dolci negli ultimissimi anni ha sbancato la Fiera, ottenendo successi clamorosi. Già nel 2011 l’affluenza è stata molto buona e anche quest’anno diverse migliaia di persone (prevalentemente donne) hanno visitato l’esposizione, che ha previsto diversi stand allestiti in vista del Natale. Attualmente alla FIERAMILANO di Rho dal 9 all’11 novembre 2012 (accanto alla fiera-laboratorio MAKERS ITALY, dove la componente maschile è invece più preponderante), la Fiera della Creatività al femminile prevede quattro edizioni annuali (due primaverili e due autunnali, a Milano e a Roma), ed è ormai diventata un vero e proprio “network” (www.hobbyshow.it ) confermandosi come la più grande vetrina multi-tematica italiana dedicata alle belle arti e alle creazioni artigianali cui decine di migliaia di donne prendono parte ogni anno per non perdere l’opportunità di fare acquisti divertendosi.
Per tutti è un’occasione per aggiornarsi sulle ultime tendenze presentate dalle aziende leader nel settore dell’hobbistica creativa, partecipando a una serie di corsi tematici, laboratori, dimostrazioni gratuite, workshop, mostre e interessantissimi eventi mirati a incentivare la creatività in tutte le sue forme. Insegnanti, esperti, professionisti di ogni tipo, scuole d’arte e commercianti si ritrovano in una kermesse di notevole impatto, in cui la curiosità la fa da padrone, coinvolgendo persone di tutte le età.
HOBBY SHOW
è diventata nel tempo un’occasione per trascorrere - magari in compagnia delle proprie amiche - una giornata diversa dal solito, sia che si tratti di shopping (vi si trovano oggetti deliziosi e creazioni spesso eccezionali) sia che si voglia fare una rilassante passeggiata all’insegna della fantasia, un modo per dedicare a se stesse del tempo produttivamente incontrando aziende e artisti in grado di soddisfare le esigenze di ogni categoria di visitatrici: vi si trovano stand di cake design e sugar art, decoupage, stamping, carta creativa, e scrapbooking, bijoux, patchwork e quilting, cucito creativo, macramè, merletto, uncinetto, tombolo, aerografia, country painting, stencil e tanto altro. Quest’anno inoltre un’intera sezione è stata dedicata alla cura della persona, e saponi, massaggi, nail art, sedute di benessere hanno trovato la loro giusta collocazione sotto il nome di Weekend Donna, evento parallelo all’Hobby Show col comune intento di offrire un diversivo rilassante alle tante sollecitazioni creative.
Tra i nuovi partecipanti alle edizioni autunnali vanno segnalati “Cucifantasy & Broderie”, “Quiltworld”, “Passione Carta”, “Cake Design”, che a Roma si sono aggiunti alle felici isole creative di commercianti come i “Vanrooyen Hobby” (olandesi leader nel commercio di tessuti favolosi dalle fantasie più disparate), alle numerose mercerie e cartolerie (il tedesco “Gerhardt” di Holzwickede, con tante deliziose innovative idee per decorazioni di ogni tipo, “Minotto” –RE-, “Il filo di Arianna” di Busnago, la “Dive Bijoux” di Settimo Milanese, “La Pallina”, “Lane Bevilaqua”, “Merceria TanteIdee”, “Il faro nel bosco” di Roma, “Hobby Perline” di Monterotondo), ad aziende affermate da anni come la “Hobbycolors” con tantissime nuove proposte e ai tanti creativi, di cui vanno senz’altro citati “Le coccole di Maria Gio” per la lavorazione di tessuti e filati, Monica Allegro con la sua innovativa tecnica del “Sospeso trasparente” e “Pizzingrillo Party” come cake designer meritevole di menzione per lo stile frizzante e tenerissimo.
In proposito bisognerebbe spendere qualche parola in più sull’ultima tendenza del momento in fatto di creatività femminile, il cake design, ovvero l’arte di creare con pasta di zucchero, fondenti al burro di cacao e glasse colorate torte di forme e proporzioni dall’effetto sorpresa assicurato, tendenza che stiamo importando dall’America, popolata notoriamente da persone golosissime (e conseguentemente obese). L’idea di concepire un dolce come non solo buonissimo da gustare ma anche bellissimo da vedere, più che essere dovuta a una mera esigenza di coerenza tra forma e contenuto quasi è un modo per rendere ancora più prezioso, col contributo della vista, il senso del gusto, risultato questo di certa moda “cinestesica” che da qualche tempo si è insinuata in varie forme espressive, ponendo un’opera d’arte su più livelli di fruibilità.
A Roma una grande area di circa mille metri quadrati è stata allestita per consentire a tutte le appassionate della nuova arte di trasformare i loro desideri in realtà utilizzando i materiali più adatti per comporre e modellare con la cura di abilissimi cesellatori splendide torte decorate. Ovviamente diversi rivenditori specializzati del settore hanno presentato gli ultimi strumenti utili (purtroppo costosissimi) per la decorazione, la ghiaccia, gli oggetti in pasta di zucchero e tutto quanto necessario a realizzare creazioni all’insegna dello stupore generale.
I corsi allestiti (quasi tutti a pagamento) hanno fatto imparare trucchi e tecniche dell’“arte di decorare con dolcezza”, anche grazie a workshop e dimostrazioni che hanno visto alternarsi a realtà professionali già affermate nel panorama nazionale (tra cui Fiorella Balzamo, Flavia De Angelis, Eleonora Giuffrida, Barbara Brocchi, Moreno Rossoni, Chiara Sella, Eva De Masi, Michela Di Bari, Andrea Massimi e infine Silvia Pizzolato e Marta Beltrami) a cake designer emergenti.
Accanto a una serie di espositori affermati e consolidati, quest’anno Hobby Show ha riservato grande attenzione alle tecniche tradizionali, così da avvicinare la creatività hobbistica all’artigianato. Ecco allora scuole come “Lace Project” che ha dedicato una mostra alle borsette da cerimonia, o Simona Iannini e “RIMA” - Rinascimento Italiano Merletti d’Arte -, che hanno fatto del tombolo aquilano, della lavorazione a reticello e dell’hardanger norvegese bijoux e oggetti di moderna concezione, e ancora le creazioni di Anna Lisa Piccioni. L’associazione Quilt Italia ha invece presentato una mostra di lavori tessili ispirati a Le città invisibili di Italo Calvino, mentre Découpage Italia, per festeggiare il suo decimo anniversario, ha programmato corsi e dimostrazioni, presentando lavori di altissimo livello e proponendo il concorso “Con le mani nel cuore”, aperto a tutte le appassionate del settore.

L’Associazione Artiste di mestiere, ha inoltre esposto le più recenti creazioni eseguite dalle allieve del laboratorio di vitreaux (tecniche di lavorazione e decorazione del vetro): pannelli decorativi, elaborazioni di specchi, lampade-scultura, separé per arredamento e bigiotterie-sculture hanno avuto la loro parte di celebrità. Sono stati poi presentati spettacolari body paint, e l’Associazione Italiana Aerografisti in divertenti happening ha mostrato tecniche “di frontiera”, coinvolgendo numerosi artisti attraverso diverse esibizioni.
Un’ultima citazione va fatta per segnalare la deliziosa presenza di varie figurette bizzarre vestite con materiali di riciclo che si aggiravano pavoneggiandosi davanti agli obiettivi e agli occhi meravigliati dei curiosi: opera dell’Associazione “Il Clawnotto” (responsabile creativo Mario Di Vita) di Roma, una graziosa manifestazione di come, utilizzando quelli che sono comunemente chiamati “scarti”, si possa realizzare un’opera d’arte non solo geniale, ma anche estremamente gradevole.
Ringraziamo il prezioso contributo di Anna Toscano per le esplicative foto del nostro servizio.
Infine, suggerimenti e consigli del “buon creativo” in fiera:

  • Programmate sin da subito il vostro giro, procedendo in modo ordinato per non perdere neppure uno stand, se siete interessati a qualche corso prenotatelo in tempo, anche on-line;
  • Cercate, per quanto accecati dal tripudio di forme e colori che vi si presenta, di non cedere alla prima offerta, al primo capriccio: c’è di buono che vi è molta concorrenza alle fiere, segnatevi sin da subito gli stand che possono interessarvi in modo da poter facilmente confrontare i prezzi;
  • Non sempre il prezzo di fiera è il migliore garantito sul mercato, non più – ma se trovate delle buone occasioni, approfittatene, soprattutto se gli espositori sono fornitori non locali, dal momento che sarebbe difficile poi ritrovarli; comunque ormai l’e-commerce è a portata di tutti, valutate la convenienza di girare tutto il tempo con buste pesanti e bustoni ingombranti!
  • Mantenete un occhio critico, e non innamoratevi di tutte le novità o di prezzi particolarmente convenienti: chi presenta prodotti e strumenti di lavoro è molto capace ed esperto, spendere soldi in materiali che poi non verrebbero usati, se non una volta – e probabilmente male – non è conveniente e potrebbe risultare sconfortante ritrovarsi pieni di cianfrusaglie;
  • Prendetevi tutto il tempo necessario per visitare gli ampi padiglioni, anche un’intera giornata: chi va di fretta potrebbe perdere il gusto di assistere alle bellissime esposizioni e ai corsi previsti, mentre vale la pena procedere con calma, se necessario partecipando una seconda volta;
  • Girate le fiere con chi condivide la vostra passione: avere interessi comuni è un vantaggio per confrontarsi su strumenti, stili e metodologie di lavoro, e le ore trascorreranno con più leggerezza e ilarità;
  • Come ha suggerito una nostra amica (grazie Claudia!), lasciarsi trasportare dall’ispirazione è fondamentale: non pensate in modo comune, ma con la vostra testa, non cercate di soddisfare un pubblico vago e ampio, ma di essere soddisfatti in prima persona, nel vostro piccolo, delle vostre creazioni;
  • Conseguentemente, fate le cose che vi piacerebbe indossare, che voi stesse acquistereste: le cose fatte col cuore emanano una luce non comune.

Maria Raffaella Pisanu


 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016