Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Una felice Babele: Napoli Teatro Festival 2013 Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Dario Ascoli   
Lunedì 22 Aprile 2013 23:27

(in progress) Napoli Teatro Festival Italia 2013 conferma quasi integralmente il programma di previsione esposto nel novembre 2012.
La prudenza di ieri  ha premiato garantendo la  coerenza di oggi, ovvero il dimensionamento in termini di titoli, conseguente a quello delle risorse, ha permesso di tenere fede alle promesse, nonostante i tagli ingenti, circa il 30%, inferti ai finanziamenti.
Il Festival sacrifica la sessione autunnale, che sarà limitata alla cerimonia di premiazione di Le Maschere, ma conserva e rafforza quella estiva, puntando su una location nuova, questa volta fuori delle “mura cittadine” , ovvero il sito di Pietrarsa, lungo il Miglio d'oro, nel comune di Portici.
Il dott. Grispello, presidente dell'AGIS, che ha ospitato la conferenza del 22 aprile 2013, ha esordito , irritualmente, con un'aspra critica all'amministrazione comunale di Napoli per il dispositivo di ZTL predisposto, che, a giudizio dell'Agenzia, scoraggerebbe la frequenza dei teatri cittadini.
Argomenti critici anche nei confronti della tassazione comunale, che penalizzerebbe le attività di spettacolo.
Comunicazione conclusiva ha riguardato la formalizzazione dell'adesione di Napoli Teatro Festival all'AGIS.
La presidente di Campania dei Festival, assessore regionale Caterina Miraglia ha posto l'accento sulla vocazione della Fondazione di occuparsi dei meno fortunati, così che la sezione FRINGE porterà eventi negli ospedali.
Prosegue e si intensifica il rapporto con le Università, in primis Suor Orsola Benincasa, e le Accademie, di Danza, di Arte Drammatica, di Belle Arti.
La Regione Campania svolge un ruolo di “generoso accompagnatore” dei progetti culturali, senza essere despota.
Per l'Università Suor Orsola Benincasa il prof. D'Alessandro ha rinnovato la presenza del supporto degli allievi del corso di giornalismo.
Il direttore artistico, Luca De Fusco, infine, è passato ad illustrare il programma degli eventi, rimarcando il carattere di “cantiere teatrale internazionale”, che è evidente soprattutto in 4 spettacoli, ideati e costruiti dopo audizioni tenute da grandi maestri stranieri, che hanno selezionato artisti campani,
Festival anche “rosa” con protagoniste grandi figure femminili: La Bisbetica Domata, Cleopatra di Antonio e Cleopatra, Lolita, Desdemona.
Ben 20 i debutti, 3 prime italiane, 30 spettacoli del nuovo FRINGE.
A differenza di Edimburgo e Avignone, che sono piccole città, Napoli è una metropoli, e quindi il Festival rischierebbe di disperdersi, per questo la tendenza è a “stringere” lo spazio di fruizione” è quanto è stato realizzato nel 2012 con la grotta di Seiano e che ora si attua a Pietrarsa nel grande opificio borbonico dismesso e divenuto area museale-espositiva.
Inoltre i due festival concorrenti sono solo sedi di attuazione di eventi spettacolari, Napoli, invece, è un vero e proprio cantiere teatrale.
In linea con la scelta di dare risalto alla danza, la manifestazione apre il 4 giugno 2013
al Teatro di San Carlo, con la prima italiana di una coreografia del francese José Montalvo: Don Quichotte du Trocadéro.
Il giorno successivo si tributerà un omaggio a Città della Scienza con
un concerto, il 5 giugno 2013, di Enzo Avitabile con i Bottari di Portico, il ricavato andrà destinato alla ricostruzione.
Attesissimo il 6 giugno 2013 il debutto di Peter Brook, che torna a Napoli con una produzione realizzata per Napoli e a Napoli: Lo Spopolatore di Samuel Beckett, protagonista Miriam Goldschmidt, al Teatro Sannazzaro.
Non minore interesse per La bisbetica domata di William Shakespeare, con Mascia Musy nel ruolo di Caterina, che costituisce la prima regia italiana di Andrej Konchalovskij.
Alfredo Arias dirigerà un classico vivianeo: Circo Equestre Sgueglia, in cui agirà Massimiliano Gallo.
Il “padrone di casa”, Luca De Fusco curerà la regia di Antonio e Cleopatra, in una lettura drammaturgica musical-visiva, con musiche dell’israeliano Ran Bagno, con Gaia Aprea e Luca Lazzareschi.
Internazionale e altra prima mondiale con Spam, dell' argentino Rafael Spregelburd da un progetto nato dall'incontro con l’attore e regista italiano Lorenzo Gleijeses.
Peter Sellars dirigerà Desdemona; Jean-Louis Martinelli, presenterà Une nuit à la Présidence, sulla realtà africana.
Torna la Vertigo Dance Company, israeliana, che festeggia il ventesimo compleanno con Vertigo 20.
Ancora danza con il napoletano naturalizzato francese Paco Dècina con lo spettacolo Précipitations e ancora con Ismael Ivo che presenta Mishima coreografia/installazione ispirata all’artista giapponese, Yukio Mishima.
CentoPorte, del Teatro dei Sensi Rosa Pristina, inaugurerà lo spazio di Pietrarsa.
Ancora nello spazio museale-ferroviario si darà Il Maestro di Cappella dei Mendicanti di Mariano Bauduin, una mescolanza tra The Beggar's Opera di John Gay  e il Maestro di Cappella di Domenico Cimarosa.
A Pietrarsa va anche in scena Nata sotto una pianta di datteri adattamento drammaturgico di Daniela Morelli e Gigi Di Luca, il quale ne cura la regia, con Pamela Villoresi che interpreta Leyla, matriarca di una tribù nomade.
Riportiamo, di seguito, il programma e il calendario completo, dando notizia che la biglietteria sarà effettuata dal Teatro Mercadante, nel segno di una rafforzata collaborazione.
Anche con Benevento Città Spettacolo, le collaborazioni si intensificano, con il testo di Eduardo De Filippo Sik Sik, l’artefice magico (1929)
.
Nell’ambito del Festival andrà in scena la versione del 1929, a Benevento quella del 1979. La regia di tutti e due gli spettacoli è di Pierpaolo Sepe, e Benedetto Casillo è protagonista.

Vai al Programma completo di Napoli Teatro Festival Italia 2013

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016