Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

’E45 Napoli Fringe Festival Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Valeria Chianese   
Martedì 28 Maggio 2013 10:40

Va in parallelo con il Napoli Teatro Festival Italia, dal 4 giugno 2013 al 23 giugno 2013, l’E45 Napoli Fringe Festival, la rassegna ‘off’ in programma dal 6 giugno 2013 al 23 giugno 2013, che, come accade in diverse rassegne internazionali, promuove autori e artisti emergenti ed indipendenti. Il cartellone è stato presentato in conferenza stampa, originale e divertente anche questa, lunedì 27 maggio 2013 al Museo Madre di Napoli.
Un luogo, il
Museo di Arte Contemporanea Donnaregina, non casuale secondo un progetto, sottolinea Pierpaolo Forte, presidente della Fondazione Donnaregina, «di collaborazione, di confronto, di scambio e di unione di risorse e di idee». Con un quesito-sfida non da poco sullo sfondo: capire cioè «quanto un museo di arte contemporanea è in grado di accogliere e di integrarsi con performance teatrali alternative», comprendendo quindi tutte le sfaccettature dell’arte contemporanea. Il Madre ospiterà sei spettacoli del Fringe Festival nell’ampia sala polifunzionale, spazio che nelle intenzioni del neo direttore Andrea Viliani sarà sempre più aperto per «essere di più luogo di eventi live e contraddire così il concetto implicito nell’idea-museo, ossia la staticità». Una prima novità in questo senso è il Sipario d’Artista, un pesante drappeggio che delimita appunto lo spazio come in un teatro e disegnato da Lino Fiorito, primo passo verso la Re-Pubblica Madre, che aprirà la nuova programmazione di mostre e altre attività e nuovi progetti il 21 giugno 2013. Nella sala dunque si giunge attraversando un sipario di un nero assoluto su cui due cerchi argentei brillano come fari o come riflettori puntati su pubblico e su artisti, tutti invitati a prendere possesso del Museo. «Il pubblico è protagonista assoluto – annota Viliani. - Il Museo smette di riferirsi a sé stesso e si rivolge al pubblico» coinvolgendolo in una diversità di esperienze sensoriali. Il primo approccio della nuova linea per far diventare «la sala polifunzionale del museo il Teatro del Madre» è appunto l’E45 Napoli Fringe Festival.
Dal 
2009, su iniziativa del Napoli TeatroFestival Italia, che ne affida l'organizzazione all'associazione Interno 5, nasce l’E45 Napoli Fringe Festival con il sostegno della Fondazione Campania dei Festival. Il Fringe Festival napoletano prende nome dalla E45, la strada che, partendo da Karesuvanto in Finlandia, arriva fino a Gela in Sicilia, passando per Napoli.
L’idea è stata, in questi anni, quella di affiancare al cartellone ufficiale del Napoli. Teatro Festival Italia, un programma collaterale di spettacoli presentati da compagnie indipendenti e di recente formazione selezionate attraverso un bando di partecipazione, con l’obiettivo di offrire loro la possibilità di presentare il proprio lavoro in un momento di particolare attenzione al teatro, sia da parte del pubblico sia da parte di critici ed operatori presenti per il festival ufficiale.
La Fondazione Campania dei Festival, in collaborazione con Interno 5 che ne cura la produzione esecutiva e l’organizzazione, mette a disposizione delle compagnie spazi e teatri della città con dotazione di materiale e personale tecnico e supporta la promozione e la comunicazione del cartellone parallelo corrispondendo alle compagnie il 100% dell’incasso ottenuto dalle repliche. Da giugno 2012 il Fringe si evolve e diventa un evento biennale. La selezione della compagnie, che avveniva in passato unicamente sulla base del materiale video e cartaceo pervenuto, è stata sostituita da una presentazione dal vivo di un estratto dello spettacolo della durata di 10 minuti di fronte una giuria di direttori di teatri e festival nazionali e internazionali avvenuta presso il Teatro Niccolini dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.
Tra i 70 studi che hanno superato una prima scrematura sulla base del materiale inviato, 30 sono stati scelti dalla giuria per debuttare con lo spettacolo in versione definitiva nel programma del Fringe a giugno 2013 con l’assegnazione di un contributo alla produzione di 5000 euro. Tra questi, sei le compagnie napoletane scelte, la Compagnia Danza Flux, Flegreinarte, Francesco Colaleo, Hermit Crab-Rosso Simona e Fortunato Cerlino, Nerosesamo, Patraio produzioni; 1 compagnia di danza gallese, Sioned Huws; 1 compagnia di danza italo-olandese Annika Pannitto; 4 compagnie di danza, Egribiancodanza, Eleonora Ciocchini/Artisti Associati Sosta Palmizi, Ibicultura e Muxarte, nO (Dance first. Think Later); 1 compagnia di teatro sensoriale, Officina Sensi in collaborazione con BABEL CREW; 1 gruppo internazionale che lavora sulle disabilità motorie causate da disturbi neurologici o psichici Looking for Michele/Ludwig; 1 lavoro firmato da Michele Cremaschi che si avvale dell’utilizzo di ologrammi.
Prosa, danza, teatro musicale, performance “site specific” (ovvero concepite ad hoc per gli ambienti in cui verranno rappresentate) e drammaturgie per lo più originali, con qualche sguardo al classico ampiamente rivisitato. «Il percorso fatto con il Festival, specie tramite il Fringe, è virtuoso e molto in linea con il nostro approccio alla produzione teatrale – spiega Hilenia De Falco di Interno 5Monitorare la scena, selezionare compagnie e proposte nuove in Italia e fuori, artisti che lavorano su drammaturgie originali e varie, per poi lanciarli tramite una vetrina come il Napoli Teatro Festival Italia. Il passaggio dall’autoproduzione ad un concreto sostegno economico ci sembra un ottimo compromesso tra autonomia dell’arte e supporto istituzionale».Interno 5 è ormai giunta al quinto anno di organizzazione del Fringe che debuttò nel 2009 con un’edizione sperimentale e al sesto anno di collaborazione con il Napoli Teatro Festival Italia, iniziata nel 2008 con la produzione dello spettacolo di Enrique VargasCosa deve fare Napoli per rimanere in equilibrio sopra un uovo”.

Il cartellone 2013 della rassegna offre quindi trenta compagnie, sessanta repliche, otto spazi tra teatri e non (Cappella Sansevero, Galleria Toledo, Museo Madre, Ridotto del Mercadante, Sala Assoli, Suor Orsola Benincasa - Sala degli angeli, Teatro Sannazaro, Tunnel borbonico),per trecento artisti (attori, coreografi, registi, datori luci, macchinisti, costumisti e musicisti) coinvolti. All’insegna del teatro indipendente. Le compagnie sono italiane, alcune internazionali, più produzioni miste. Linguaggi vari, che attingono anche da altre forme di espressione.Il lavoro di scelta, condotto su due anni, ha portato ad arricchire l’offerta ‘classica’ del Fringe: oltre al consolidato ruolo di vetrina per proposte emergenti, con il supporto logistico e tecnico fornito dall’organizzazione e la sola entrata garantita dai biglietti venduti, dal biennio 2012-2013, nella logica di incentivo per produzioni completamente nuove, pensate per l’occasione, il Fringe ha stanziato 5.000 euro per ogni spettacolo come contributo alla messa in opera. Il 21 giugno 2013 è previsto un confronto tra artisti e operatori dello spettacolo perché questi pongano attenzione a compagnie che si autoproducono e alle loro fatiche e alle difficoltà che hanno a girare nei circuiti teatrali ufficiali.
Si diceva dell’inusualità della conferenza stampa del 27 maggio 2013. Infatti alcune compagnie hanno offerto assaggi delle performance in programma al
Fringe Festival 2013: L’anima buona di Lucignolo”, ‘La Iatta Mammona’, scritto e diretto da Terry Paternoster, ‘l’installazione’ dal vivo di Giuseppe Brancaccio, imperturbabile nella rivisitazione nature de ‘L’uomo che pensa’ di Rodin. Spunti davvero interessanti ed emotivamente attraenti, per nulla convenzionali. Luca Saccoia di Nerosesamo, che dirige e interpreta lo spettacolo “L’anima buona di Lucignolo”, scritto da Claudio Lauri e in programma il 22 e 23 giugno 2013 al Teatro Sannazaro, commenta: «Con le grandi difficoltà di fare il teatro in Italia, e con la burocrazia che riduce il pur generoso contributo del Festival, tentiamo di esplorare i linguaggi di una drammaturgia innovativa. Ma non siamo ragazzi, perciò non diciamo che il Fringe è una rassegna giovanile. Qua si fa teatro sul serio».
È l’Italia che non si arrende. L’Italia migliore, della professionalità, della cultura, della creatività. L’Italia che guarda al futuro. L’Italia che ci piace.


Gli spettacoli e le compagnie dell’E45 Napoli Fringe Festival

Aomori Project: of landscapes remembered’, Sioned Huws e gli Hasegawa Sangen-kai, danza, Inghilterra-Giappone, Suor Orsola Benincasa-Sala degli Angeli, 6 giugno-7giugno 2013 ore 18,00; ‘In. Corpo. Reo’, Danza Körper, Italia, Tunnel Borbonico, 6giugno 2013 ore 19,00-7 giugno 2013 ore 21,00; ‘Tricher4-selodicelaTValloraèvero’, Mo.Lem, Italia, Museo Madre-Sala Polifunzionale, 6 giugno 2013 ore 21,45-7 giugno 2013 ore 19,00; ‘Me-she-it’, Muxarte, Italia, Ridotto Mercadante, 7 giugno 2013 ore 20,00-8giugno 2013, ore19,00; ‘Yerma’, Atir, Italia, Sala Assoli, 7 giugno 2013 ore 20,00-8 giugno 2013 ore 21,00; ‘Your Happy Sad Songs’, Sonenalè, Italia, Museo Madre-Sala Polifunzionale, 9 giugno 2013 ore 18,00-10 giugno 2013 ore 21,30; ‘CIAULAtotheMOON’, nO (Dance first, think later), Italia, Tunnel Borbonico, 10 giugno 2013 ore 19,00-11 giugno 2013 ore 21,00; ‘Io non so cominciare’, Teatro Rebis, Italia, Sala Assoli, 10 giugno 2013 ore 20,30-11 giugno 2013 ore 22,00; ‘248 kg’, Esiba Teatro, Italia, Ridotto Mercadante, 10 giugno 2013 ore 22,30-11 giugno 2013 ore 20,00; ‘Varco’, Annika Pannitto, Italia-Olanda, Cappella Sansevero, 11 giugno-12 giugno 2013 ore 19,30/20,30; ‘Krisiskin’, Quartiatri, Italia, Museo Madre-Sala Polifunzionale, 12 giugno 2013 ore 21,30-13 giugno 2013 ore 20,30; ‘Idiots Lab – love ability’, Looking for michele/Ludwig, compagnia europea, Sala Assoli, 13 giugno 2013 ore 19,00-14 giugno 2013 ore 22,00; ‘Il cerchio primo’, Flegreinarte – Artgarage, Italia, Galleria Toledo, 13 giugno 2013 ore 20,30-14 giugno 2013 ore 20,00; ‘La bandiera’, VicoQuartoMazzini, Italia, Tunnel Borbonico, 13 giugno 2013 ore 21,30-14 giugno 2013 ore 19,00; ‘La notte di Scrooge’, Petraio produzioni, Italia, Suor Orsola Benincasa- Sala degli Angeli, 14 giugno 2013 ore21,00-15 giugno 2013 ore 18,00; ‘Horse boy in apnea’, Danza flux, Italia, Museo Madre-Sala Polifunzionale, 15 giugno 2013 ore 20,00-16 giugno 2013 ore 21,00; ‘Itinerario per una possibile salvezza’, EgriBiancoDanza, Italia, Tunnel Borbonico, 16 giugno 2013 ore 18,00/19,15-17 giugno 2013 ore 19,00/20,15; ‘RuSuD’, Babel - Officina Sensi, Italia, Galleria Toledo, 16 giugno 2013 ore 18,00/19,30/21,00-17 giugno 2013 ore 19,00/20,30/22,00; ‘Edipo a Terzigno. Quanno ‘a furmicula mette ‘e scelle è segno ca vò murì’, Rossosimona, Hermit Crab, Fortunato Cerlino, Italia, Sala Assoli, 16 giugno 2013 ore 22,00-17 giugno 2013 ore 20,00; ‘Amleto?’, Macelleria Ettore _teatro al kg, Italia, Cappella Sansevero, 18 giugno 2013 ore 19,00-19 giugno ore 21,00; ‘Not here not now. Just another fucking theatre entertainment’, Andrea Cosentino, Italia, Museo Madre-Sala Polifunzionale, 18 giugno 2013 ore 22,30-19 giugno 2013 ore 19,00; ‘La iatta Mammona’, Terry Paternoster – Collettivo InternoEnki, Italia, Tunnel Borbonico, 19 giugno-20 giugno ore 19,00/21,15; ‘Augmented Pinocchio’, Associazione Retroscena, Italia, Galleria Toledo, 19 giugno 2013 ore 20,00-20 giugno 2013 ore 22,30; ‘L’uomo senza contenuto Trittico dello spaesamento (3°quadro L’infanzia di un capo)’, HIKARI produzioni Roberta Nicolai, Italia, Teatro Sannazaro, 19 giugno 2013 ore 21,00-20 giugno 2013 ore 20,15; ‘Cantare all’amore’, La ballata dei Lenna, Italia, Sala Assoli, 19 giugno 2013 ore 22,00-20 giugno ore 21,00; ‘Tre sorelle – stratigrafia di un vuoto’, SenzaFissaDimora Teatro, Italia, Ridotto Mercadante, 20 giugno 2013 ore 21,30-21 giugno 2013 ore 22,00; ‘Conferenza tragicheffimera – sui concetti ingannevoli dell’arte-‘, Carullo-Minasi, Italia, Museo Madre-Sala Polifunzionale, 22 giugno 2013 ore 18,00-23 giugno 2013 ore 20,00; ‘Monologhi del Caxxo’, baby gang, Italia, Sala Assoli, 22 giugno 2013 ore 19,30-21 giugno ore 17,00; ‘Fragilefrana’, Eleonora Chiocchini, Artisti Associati Sosta Palmizi, Italia, Galleria Toledo, 22 giugno 2013 ore 21,30-23 giugno 2013 ore 19,00; ‘L’anima buona di Lucignolo (nel ventre del pescecane)’, Nerosesamo, Italia, Teatro Sannazaro, 22 giugno 2013 ore 23,00-23 giugno 2013 ore 18.

E45 Napoli Fringe Festival

Biglietti singoli: intero € 10; under 26 e over 65 – possessori card generica – iscritti newsletter € 8; possessori card professionale € 5

Abbonamenti: gli spettacoli devono essere scelti obbligatoriamente al momento dell’acquisto

Abbonamento Fringe #5 € 35; Fringe #10 € 55; Fringe in coppia € 60

www.napoliteatrofestival.it

Valeria Chianese

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016