Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

la nuova programmazione del Piccolo del Teatro Bellini di Napoli Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Dadadago   
Lunedì 21 Ottobre 2013 14:19

 

Ottobre tempo di levare i sipari teatrali: la programmazione del Piccolo Bellini di Napoli offre anche questo anno al suo pubblico un cartellone articolato. Si comincia il 15 ottobre 2013 con Lucifero Teatro - Teatro a Vapore che presenta La Corte della Formica Festival di corti teatrali ideato e diretto da Gianmarco Cesario. "La verità, vi prego, sull'amore”, è questo il tema sul quale si confronteranno i 18 corti teatrali in gara quest’anno a La Corte della Formica. Ancora una volta, quindi, il teatro breve trova accoglienza in questa rassegna teatrale che, giunta alla sua nona edizione, è diventata oramai un appuntamento fisso di inizio stagione.Dal 22 al 27 ottobre 2013 è previsto Uccidete le madri, scritto e diretto da Camilla Cuparo con Luigi Iacuzio.Lo spettacolo prende spunto da un fatto realmente accaduto. Enzo, figlio minore di un’umile, amata e rispettata famiglia, decide di mettersi contro uno dei capi mafia del paese. Nonostante l’avvertimento alla famiglia, il ragazzo non abbandona la sua idea di scalata al potere e così viene così ucciso. Lo spettacolo successivo Epoché di Giovanna Pignieri con la regia di Lella Lepre vede la partecipazione di Paola Bocchetti, Ivana D’Alisa, Daniela Ioia, Lella Lepre e Salvatore Esposito dal 29 ottobre al 3 novembre. Epochè è il termine greco che indica la sospensione del giudizio, quel processo cognitivo che prevede l’astenersi da una valutazione nel caso in cui non si abbiano a disposizione sufficienti elementi per formulare il giudizio. Ma “Che cosa è andato storto nella storia?” è ciò che si domanda la giovane sognatrice napoletana. Dal 7 al 17 novembre 2013 è la volta di Uscita di emergenza con Rino Di Martino, Ernesto Mahieux e la regia di Pierpaolo Sepe.Cirillo e Pacebbene sono i protagonisti della più celebre tra le commedie di Manlio Santanelli. La loro storia è fatta di rievocazioni di amori mai avuti, impegno per lavori non portati a termine, l’inconscia paura del terremoto, e si articola in un dialogo pieno di menzogne e offese. Dal 28 novembre al 1 dicembre e dal 5 al 15 viene presentato Some girl(s) di Neil LaBute con Martina Galletta, Bianca Nappi, Gabriele Russo, Roberta Spagnuolo, Guia Zapponi di cui ha curato la regia Marcello Cotugno. Un giovane uomo, insegnante e aspirante scrittore, prima di sposarsi decide di fare un viaggio à rebours nella propria vita, mettendosi in cerca delle proprie ex per provare - in un paradossale tentativo di espiare gli errori delle vite precedenti - a “…sistemare la faccenda. Appianare il torto o, insomma, mettere le cose a posto”. L’incontro con il teatro, con l’amore, con la malattia e la morte, la rinascita. Da solo nella scena vuota Pippo Delbono, tra confessione e confidenza, tra silenzio e grida, tra tenerezza e rabbia, fa cadere le maschere, le sue e le nostre, in un momento di sorprendente abbandono. Allo stesso tempo alta prova d’attore e nuda verità, il suo racconto di vita, insieme alle parole di Pasolini, Shakespeare, Sarah Kane, va diritto al cuore. Una sorta di diario di bordo, un’introspezione sul senso nascosto delle relazioni, sul lato dei desideri non espressi ma mostrati, sulla curiosità per gli altri, il filo rosso degli invaghimenti, la coscienza di una bellezza senza confini nelle storie, l’ardore non solo etico nelle scene della vita e nelle scene del teatro, l’estasi delle cose che ti perdono e che gli altri non ti perdonano, quel qualcosa di se stesso mai detto forse perché mai chiesto. Le coincidenze (tante) del mese di giugno, il mese in cui sono nato.” Dal 19 al 22 dicembrel'artista porta in scena Racconti di giugno. A Zonzo #02 di e diretto da InBalìa Compagnia Instabile con Marco Cacciola, Michelangelo Dalisi, Francesco Villano è la storia di tre uomini che si mettono in viaggio per fuggire da una catastrofica invasione aliena e sarà in scena dal 26 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014. Valeria Apicella attraverso un corpus d'opere, Elle est là un' installazione coreografica, sperimenta lo spazio come risonanza del gesto intimo, e la danza come una luce che perdura e si trasforma. Elle est là è un evento che invita lo spettatore a viaggiare nella poetica dell'istante dal 10 al 12 gennaio 2014. Liberamente ispirato alle opere di Antonio Petito e Aleksandr Blok per la drammaturgia di Antonio Calone con Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Giovanni Vastarella, Valeria Pollice, Emanuele Valenti e la regia di Emanuele Valenti PetitoBlok nasce dall'incontro e dalla contaminazione.Dal 14 al 19 gennaio 2014 con il linguaggio della farsa, l'allestimento è un omaggio all'analfabetica scrittura scenica di Petito e allo stesso tempo quasi un affondo nei testi dell'autore napoletano, da cui partire per andare altrove. A febbraio 2014 dal 14 al 16 il Collettivo Nada/Antonello Tudisco presentaNEFES/Respiro_ Every Human being is an Artist.Nefesè parte di un progetto biennale sull’opera artistica di Joseph Beuys. “Ogni uomo è un artista”, espressione che definisce il concetto di arte legato strettamente all’impegno creativo che deve e può essere di ognuno, in grado di modellare la propria esistenza e il mondo in cui vive.Nei giorni 20/23 febbraio e 27 febbraio sino al 2 marzo 2014 da un’idea di Maura Perrone si mette in scena Passaggio segreto con Maura Perrone, Fabiana Fazio, Sofia Campanile, Loredana Carannante, Delio Fusco, Peppe Villa, Marco Amendola, Attilio Graziano e la regia di Roberta Serretiello. Anita Caprioli, attrice cinematografica colta e sensibile, offre un’intensa interpretazione della tragedia di Sofocle nella originalissima chiave ecologista della scrittrice scozzese Ali Smith. Le sue parole trovano perfetto connubio con le melodie del cantante e musicista Didie Caria, così come si uniscono efficacemente alle installazioni vibranti e surreali dello scultore Giovanni Tamburelli. La sua Favola in musica per cornacchie, cani selvatici, maledizioni, tiranni, sepolcri & fanciulle in fiore - La storia di Antigone per la regiadiRoberto Tarasco sarà a teatro dal 4 al 9 marzo 2014.
Dal 14 al 16 marzo 2014  è previsto Horse boy in apnea con Fabrizio Varriale, regia e coreografia Chiara Alborino, Fabrizio Varriale, progetto che trae spunto da una riflessione sul senso del limite. Si affronta il tema dell'animalità nell'agire umano come generatrice di alterità e fisicalità, la relazione conflittuale tra l'uomo, i suoi desideri e la società contemporanea. A 30 anni dall’arrivo di Diego Armando Maradona a Napoli, tra i trofei e le cadute del più grande calciatore di tutti i tempi, ci immergiamo dal 20 al 23 marzo e dal 27 al 30 marzo 2014 in Diego – Non sarò mai un uomo comune, progetto e regia di Aniello Mallardo con Maddalena Stornaiuolo una storia d’amore degli anni ’80. Uno squattrinato contrabbandiere, tifoso sfegatato di un Napoli stellare, viene risucchiato dalle gioie, ansie e paure di una città in totale affanno. Exit, commedia di Fausto Paravidino che ha debuttato in prima assoluta al Teatro Stabile di Bolzano, è un pièce profonda, delicata e divertente che vede i protagonisti alla ricerca di una via di uscita da una fitta rete di legami, o da una vita che non calza più alle loro aspettative. Tra azione e narrazione diretta al pubblico, i loro percorsi avanzano simultaneamente, incrociandosi nella maniera più inaspettata, fino alla resa dei conti. Diretto da Fausto Paravidino con Sara Bertelà sarà in scena dal 1 al 6 aprile 2014. A conclusione della stagione Mangiare e bere. Letame e morte di e diretto da Davide Iodice con Alessandra Fabbri dall'8 al 13 aprile 2014, lavoro di teatro e danza per danzatrice sola. Sola per la verità non è mai, tranne che per il suo corpo stesso: con esso, difatti, e con il racconto, il ricordo, espressi nel movimento ma anche nel verbo, l'artista costruisce un intero mondo sul palcoscenico. Uno spettacolo che conferma la poetica di Davide Iodice.
Per ulteriori informazioni su orari e abbonamenti vi segnaliamo la e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o il numero 0815499688.

 Dadadago

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016