Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Arvalia: da teatro di territorio a territorio per IL Teatro Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Maria Raffaella Pisanu   
Martedì 22 Ottobre 2013 10:14

Un teatro dove inserire cultura, scienza, arte, socialità; uno spazio di quartiere, l’Arvalia, la cui stagione è stata presentata il 17 ottobre 2013 in conferenza stampa alla presenza del Presidente del Municipio XI Maurizio Veloccia.
Durante l’incontro si è sottolineata l’unicità di statuto di questa sala, di fatto municipale, che possa illuminare la città intera all'interno di un territorio vivo di circa 170.000 abitanti; territorio, tra l'altro, “produttivo per creatività e ricettività”: queste le prime considerazioni del direttore artistico Emanuele Faina, il quale ha esaltato la prestanza dell'ambiente - in grado di ospitare 94 posti, con un buon palco luci, un impianto fonico completo e, cosa notevole, dotato di un'acustica eccellente.
Dal 2012 Faina, in seguito a regolare concorso, ha ottenuto la direzione artistica del Teatro Arvalia, mandata avanti non senza sacrifici e investimenti di tasca propria. Va considerata la sua caparbietà nel condurre parallelamente la compagnia da lui fondata Eleusis Teatro senza troppe interferenze e scegliendo di non inserire le proprie produzioni in cartellone, anzi volendo promuovere le nuove proposte grazie all'ideazione di un bando estivo, supportato anche dal Municipio, rivolto a giovani attori e autori emergenti.
Un teatro che possa essere di comunità dunque, aperto alle più svariate istanze e particolarmente interessato a tematiche storiche e di impegno civile e sociale. Un teatro in cui purtroppo, però, manca il pubblico: perché il pubblico, soprattutto quello romano, è attratto dall'”evento”, dal grande spettacolo, dai grandi nomi o dai teatri storici, come ha giustamente voluto insistere Fabrizio Mossino, Assessore alle politiche culturali del Municipio.
Nel corso della conferenza stampa è pertanto emersa l'esigenza di pubblicizzare e favorire la promozione e la sponsorizzazione degli spettacoli del Teatro Arvalia, un invito anche immediato a far partecipare attivamente le istituzioni, intese come persone fisiche in grado di testimoniare, con la propria presenza, la partecipazione agli spettacoli e alle manifestazioni che periodicamente ivi si tengono.
In questo contesto si è inserito l'appello del regista e attore Luca Milesi a cercare sponsor attivi nel territorio e di ringraziarli pubblicamente, magari attraverso l'istituzione di altri bandi, al fine di favorire la produzione senza gravare troppo sulle spese di un municipio che, a detta di Mossino (nella sua altra veste di Assessore al bilancio del Comune) è assolutamente impossibilitato a sopperire alle spese di un simile teatro, il cui cartellone è molto variegato e costantemente impegnato, come detto, in tematiche di interesse sociale.
Tra proposte fattibili nell'immediato e ipotesi più utopiche e lontane, sono venute fuori proposte di stretta collaborazione con le scuole per finalità didattiche e a costi molto ridotti (3 € a bambino) con l'eventuale istituzione di un premio di scrittura drammaturgica rivolto alle classi elementari e medie. Sì sono poi prospettate convenzioni con le Biblioteche di Roma - nella fattispecie la biblioteca Marconi - con biglietti a solo 8 € per i possessori di Bibliocard e pomeridiane ad hoc il mercoledì con entrata a 5 € per gli over 65, in collaborazione con i centri anziani. Senza contare l'impegno che Faina sta elargendo per attuare una vera e propria campagna abbonamenti a partire dal prossimo anno. A rafforzare il circuito storico-culturale di questo luogo particolarissimo e davvero ben dislocato, a livello municipale si sta poi pensando di creare una "Arvalia Card" per solidificare e meglio definire il rapporto con le istituzioni, che dalla loro parte si stanno attivando quantomeno per la diffusione e la comunicazione promozionale a livello cittadino.
La programmazione finora elaborata prevede anzitutto (dal 22 al 27 ottobre 2013 ) un caratteristico Rugattino scritto e diretto da Massimiliano Milesi, proveniente dal Teatro Elettra, ispirato alle alterne vicende dei gatti di Largo di Torre Argentina, un “Cats de Noantri”, a detta dell’autore, che ha dato anticipazioni sul prezioso contributo musicale di un chitarrista dalla tecnica elevata come Tiziano Fonzi.
Dal 15 al 17 novembre sarà la volta dell’interessante VaRAIty, ideato e diretto dalla coppia artistica Ciliberti-Guglielmi, che farà rivivere i tempi d’oro della RAI grazie a coreografie e costumi originali, mentre il 22 novembre ancora la musica sarà protagonista con un omaggio a Britten diretto da S. Veloccia.
Alla fine di novembre farà il suo ingresso in cartellone la compagnia Enter di Luca Milesi con il primo dei quattro spettacoli previsti per l’Arvalia, Tribù di Duccio Camerini, mentre a metà dicembre Marco Bellizzi proporrà una versione interpretata di un testo piuttosto ostico e “autoreferenziale” quale Le Serve di Genet. Il 26 gennaio 2014  ancora una serata musicale, stavolta in stile hollywoodiano come omaggio ai più noti musical degli anni ’50, seguita da Se la rivoluzione d’ottobre fosse stata di maggio, scritto e diretto da Emilio Genazzini, con Massimo Grippa, uno dei fondatori di Abraxa Teatro. Nuovamente la musica il 23 febbraio 2014 con un concerto di chitarra, flauti e oboe, e il 2 marzo 2014  con una serata dedicata a Majakovskij.
Abraxa Teatro presenterà poi uno spettacolo sul femminicidio (Così vicino… tra terra e cielo dal 6 al 9 marzo), mentre la compagnia “DoveComeQuando” dall’11 al 16 marzo 2014  proporrà Sogni in una bella notte di mezza estate di Pietro Dattola, indagine sulla bellezza corporea. Sarà quindi la volta di un lavoro premiato nel 2013 al Teatro dell’Orologio e nella categoria Pubblico al RomaFringeFestival, Padroni delle nostre vite, di Ture Magro, sulle vicende che hanno coinvolto i coniugi Masciari nella lotta alla ‘ndrangheta (dal 18 al 23 marzo 2014).

Alla fine di marzo e intorno alla metà di maggio sono previsti gli altri tre spettacoli prodotti dalla Compagnia Enter: Ninco Nanco Centocinquanta, a ricorrenza del centocinquantenario dall’uccisione del brigante Nicola Summa, colonnello di Carmine Crocco, Il letto di Giuseppe Manfridi e, in collaborazione con Fuo.Ri.Ter.Ra., la rassegna Zio Cerasa, il Sacro e la Legge, che metterà in scena due testi di Gabriele Guarino e un’interessante opera di Alessandra Camassa, fedele allieva di Paolo Borsellino.
La presenza in sala di molti artisti ha confermato l’interesse in un ambiente vivo e dinamico, il cui cartellone è ancora in fase di definizione e aperto a molte possibilità espressive. Il direttore artistico Faina ha precisato quanto sia fondamentale che uno spazio simile venga dedicato – anche nella programmazione e nelle proposte laboratoriali - a gruppi “under 35”, ricordando le matinée e gli spettacoli della domenica mattina per i più piccoli.
Il Presidente del Municipio Maurizio Veloccia ha sottolineato l'esigenza di prestare particolare attenzione alle fasce deboli, come per l'appunto bambini e anziani, dal momento che il Teatro Arvalia è logisticamente inserito in un’area dedicata a un centro di assistenza per la terza età (Casa Vittoria) e che, quale possibile "voce di quartiere", non può non tenere conto dei più piccoli in quanto futuri adulti e dei più maturi in quanto fonte viva di memoria storica. Fasce solo in apparenza “deboli”, foriere di “altra” ricchezza; con l'appunto che non è debolezza occuparsi o aprirsi alla prima infanzia e alla terza età, ma piuttosto un punto di forza per un futuro più sostenibile e socialmente accettabile.

Maria Raffaella Pisanu

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016