Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Conto alla rovescia per Napoli Teatro Festival Italia 2015 Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Mariagrazia Liccardo   
Sabato 30 Maggio 2015 19:08

Il Napoli Teatro Festival Italia ricomincia da otto: il capoluogo partenopeo tornerà ad essere – nell’arco di 26 giorni e con ben 62 spettacoli – baricentro dell’attività teatrale in Italia grazie alla kermesse organizzata e promossa dalla Fondazione Campania dei Festival.
Dal 3 al 28 giugno 2015, otto differenti teatri e due luoghi-simbolo della città – il Castel Sant’Elmo della collina del Vomero e la Mostra d’Oltremare di Fuorigrotta – faranno da scenario ai differenti spettacoli, 32 dei quali presentati in prima nazionale e undici dei quali allestiti da compagnie straniere.
Pièce d’autore, reading, coreografie, prosa e poesia: tutto si fonderà per dar vita ad una edizione tra le più ricche mai organizzate in Italia, che vedrà idealmente gemellarsi con l’
E45 Napoli Fringe Festival, la rassegna dedicata alle compagnie indipendenti.
La Piazza d’Armi di Castel Sant’Elmo, in una soleggiata mattinata vomerese, ha fatto da sfondo alla conferenza stampa di presentazione del festival, intitolata simbolicamente
CASTEL SANT’ELMO: “ISTRUZIONI PER L’USO”, alla quale hanno preso parte l’Assessore regionale alla Cultura e al Turismo Caterina Miraglia, i componenti del CdA della Fondazione e Angela Tecce, in rappresentanza del Direttore del Polo Museale della Campania Castel Sant’Elmo.
I luoghi scelti per l’edizione 2015 del Napoli Teatro Festival Italia – spiegano gli organizzatori – sono stati selezionati anche alla luce della loro rilevanza in termini di attrazione turistica. Il Castel Sant’Elmo, in particolare, ha già da tempo aperto i suoi ambienti alle sperimentazioni del contemporaneo e sarà uno dei principali punti-focus dell’intera kermesse”. Annualmente, il castello viene visitato da più di 130.000 persone e ciò grazie anche alle tante manifestazioni culturali in esso ospitate.
Proprio il castello che si erge sulla collina del Vomero ospiterà il primo degli spettacoli in programmazione:
La douceur perméable de la rosée, coreografia firmata da Paco Décina, artista napoletano naturalizzato francese, andrà in scena dal 3 al 5 giugno alle 21.30.
È utile fare una differenza tra chi fa Arte Napoletana e chi fa Arte a Napoli – commenta Angela Tecce nel corso del suo interevento in conferenza stampa – e, in particolare, il festival fa da incubatore di produzioni d’Arte nate a Napoli ma non confinate al loro ambito strettamente territoriale”.
Pasquale Gentile
(Camera di Commercio di Napoli) ha spiegato, inoltre, che uno degli obiettivi della rassegna è quello di favorire i contenuti turistici di una città/attrattore unica al mondo.

Nel corso della conferenza stampa, l’Assessore Miraglia ha ribadito che “i fondi stanziati dall’UE per la rassegna dovranno essere utilizzati anche per la realizzazione e la promozione di altre due edizioni del Napoli Teatro Festival Italia, garantendo – come avviene già per l’edizione/2015 – che l’organizzazione artistica sia strumentale e senza direzione artistica, facendo leva sulle qualità straordinarie dei giovani che hanno affrontato e affronteranno la costruzione del festival con passione, correttezza e abnegazione”.
il programma dal sito ufficiale: http://www.napoliteatrofestival.it/edizione-2015/

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016