Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Con serena determinazione “buddista” Il Teatro Bellini di Napoli propone il Cartellone 2015-16 Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Mariagrazia Liccardo   
Lunedì 22 Giugno 2015 17:55

Una lunga conferenza stampa quella di giovedì 18 giugno 2015 nel FOYER del TeatroBellini di Napoli, sebbene la presentazione della stagione 2015/2016 del Teatro Bellini sia stata snella e senza polemiche rispetto ai fatti accaduti […]. Il lungo tempo è dovuto al fatto che i cartelloni relativi al Bellini, Piccolo Bellini e Danza sono di una ricchezza e di una varietà tutta da esporre. A raccontarcela Daniele Russo, Gabriele Russo e a seguire Antonello Tudisco,per la sezione Danza.
La conferenza apre con dimostrazione della campagna promozionale live di quest’anno. Ottimo inizio per estrinsecare l’energia e la un’idea di creatività propositiva l’esibizione di un brano del repertorio de I Posteggiatori Tristi, formazione che in chiave comico-clownesca riprende l’antica arte della “posteggia”, un’espressione dell’antica arte musicale napoletana di musicisti e attori di strada che si esibivano girando per i tavoli delle pizzerie e delle trattorie.
Il leitmotiv attorno a cui si muove la stagione del Bellini e del Piccolo è il concetto di contemporaneo e tradizione, intesa come radice da cui proveniamo. In effetti il cartellone raccoglie spettacoli basati su rielaborazioni di tomi che spaziano da Ovidio a Shakespear, da Petito a Poole, da Pirandello a Erri de Luca, immancabili De Filippo e Servillo. Spettacoli inediti e riproposte valide. Molti gli artisti partenopei e altrettanti extra moenia. Una particolare attenzione per le produzioni che vedono impegnati gli attori nel ruolo di auto-regia, in passato un Marco Mario de Notaris vincente in Gentil sorella rimanda lo voler tuo,quale autore, interprete e regista nel 2011, quest’anno in cartellone con Millesimi- Un intrigo di palazzo. Enrico Ianniello in Eternapoli, da lui stesso diretto ed interpretato. The Pride di Alexi K. Campbell per la regia e con Luca Zingaretti; Hamlet travestie, Emanuele Valenti; Tre sull’altalena che vede impegnati nella regia tre dei quattro attori sul palcoscenico: Massimo De Matteo, Sergio Di Paola, Peppe Miale, unica astenuta dalla regia Angela De Matteo. Ancora, Antonello Cossia regista di se stesso.
Il teatro è ricco di impegni per la stagione 2015-2016 ed ha bisogno di altri spazi, oltre quelli già ritagliati per l’accademia, per lo store, gli uffici sono diventati un laboratorio di scenografia, servirebbe un altro teatro.
Il progetto presentato al Ministero è su base triennale prevede ospitalità e produzione.
Il titolo del progetto è una Trilogia della Libertà, che ha visto la realizzazione di Arancia Meccanica, Qualcuno volò sul nido del cuculo ed un terzo che sarà pronto per il 2017. Il comune denominatore è il rapporto dell’individuo con la propria libertà e lo spunto che nasce da romanzi adattati al cinema o al teatro.
Altre produzioni, una con la compagnia teatrale Punta Corsara, compagniachenasce nel 2007 come progetto di impresa culturale della Fondazione Campania dei Festival per il Teatro Auditorium di Scampia e diventa nel 2010 associazione culturale indipendente.
L’altra produzione è pronta, si tratta di Euridice e Orfeo di Valeria Parrella con Davide Iodice in regia, in scena per Napoli Teatro Festival in questi giorni, tornerà in cartellone al Bellini nel 2016.

Pù che probabile, in corso di definizione, una produzione con  Emma Dante.
Numeri del cartellone: 19 spettacoli nella sala grande, 16 nella sala piccola, sezione dedicata alla danza.
Nel 2014-2015 gli abbonamenti sono aumentati del 50% (800 abbonamenti totali) rispetto alla stagione precedente, sintomo che le programmazioni stanno andando nella direzione delle richieste culturali del territorio. Per consentire una maggiore partecipazione è aumentato il numero di spettacoli all’interno di ogni abbonamento e per chi si abbona entro l’11 luglio 2015 usufruisce di uno sconto del 20%.
In merito al percorso per le scuole Daniele Russo afferma: “Il teatro per le scuole ha sicuramente un grande valore, però queste scuole dovrebbero, vista la mole di produzioni che vengono fatte appositamente per le, riversarsi nella stagione regolare, e ciò non avviene, evidentemente c’è una falla nel sistema. La preferenza è accordare dei prezzi diversi a chi il teatro lo sceglie e non gli viene imposto dalla scuola”.
Gabriele Russo chiude l’incontro definendo questo : “L’anno della contraddizione, perché a fronte di un cartellone così ricco, è stato un anno difficile. Se fossi buddista metterei in discussione il rapporto causa-effetto. C’è da farsi qualche domanda.” La risposta potrebbe stare ne “La croce va croce a chi la sa portare”

Mariagrazia Liccardo

Il Programma in formato pdf

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016