Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

I promessi sposi convolano a nozze al Palapartenope Stampa E-mail
Oltrecultura: Recensioni Prosa © - Oltrecultura: Recensioni Prosa ®
Scritto da Mariagrazia Liccardo   
Sabato 28 Novembre 2015 09:29

 

“The show must go on” sono le parole che il 27 novembre 2015, si sono sentite nel maggior numero di teatri. Non da meno Marco Zinno direttore artistico del Palapartenopele le ha pronunciate a chiusura del minuto di silenzio della compagnia e degli spettatori dedicato a Luca de Filippo al Teatro Palapartenope prima che la ‘favola’ I promessi sposi, prendesse forma sul palco e per due ore e mezza tenesse inchiodati gli spettatori.
Numerose le matinée che da qualche giorno riempiono il teatro di bambini vivaci ed alunni disciplinati che apprezzano quest’Opera moderna - tra il musical e l’opera rock-, e finalmente alle 21,00 la tanto attesa prima.
Padre di quest’Opera nata nel 2010 e ispirata al romanzo di Alessandro Manzoni è Michele Guardì, che ne cura anche la regia. La paternità delle musiche è di Pippo Flora.
La scenografia è imponente e ben curata, sebbene subisca continui adattamenti in funzione delle dimensioni del palco ospitante. Basti pensare che occorrono tre T.I.R. per spostare strutture, fondali e oggetti di scena, la scelta teatro Palapartenope non è dunque peregrina.
Non meno coinvolgenti gli abiti i cui colori sono saggiamente miscelati e le cui stoffe sono valorizzate dalle coreografie.
Lode alle luci che sottolineano il racconto ed enfatizzano con garbo i momenti topici.
Tutto l’insieme contribuisce ad un’immersione verosimile all’ambientazione storica del Opera letteraria del Manzoni.
Anche il cast di questa esibizione napoletana prevede le voci più acclamate del genere, così come da locandina: Graziano Galatone (Renzo), Noemi Smorra (Lucia), Vittorio Matteucci (L’innominato), Giò Di Tonno (Don Rodrigo), Christian Gravina (Fra Cristoforo e Il Cardinale Borromeo), Rosalia Misseri (La monaca di Monza), Chiara Luppi (Perpetua e Madre di Cecilia) in uno struggente addio alla figlia, Brunella Platania (Agnese), Salvatore Salvataggio (Don Abbondio), Lorenzo Praticò (Griso), Vincenzo Caldarola (Avvocato Azzeccagarbugli e Conte Attilio), Enrico D’Ammore (Egidio).
Da tutti i componenti del cast siamo abituati ad avere una grande professionalità e capacità canora e non hanno deluso l’aspettativa nemmeno alla prima, nonostante il duro colpo a cui il mondo dello spettacolo è stato sottoposto. Non da meno i componenti del corpo di ballo, che sostengono i controscena con grande presenza. Un focus specifico va dedicato alla performance di Christian Gravina.

Un capitolo intero andrebbe dedicato a Vittorio Matteucci. In attesa di poterlo ringraziare per l’esibizione (i cui quadri hanno avuto un maggior numero di applausi del pubblico), Matteucci risponde con cortesia ai ragazzi che gli chiedono suggerimenti senza far trasparire la lunghezza della giornata: “La parola nel cantare va ‘pensata’, ogni parola ha un preciso significato, il ruolo di ciascuna è fondamentale. Le parole vanno scandite ed interpretate e ogni volta che si pronunciano deve essere come fosse la prima volta.” È questo uno dei suggerimenti che dà ai giovani. Divertito dall’approccio degli alunni delle matinée, non si meraviglia del pubblico serale partenopeo: “È un pubblico difficile da conquistare perché storicamente molto forte, sia teatralmente che musicalmente, ma una volta conquistato ti dà grandi soddisfazioni” dice, ed uscendo per ultimo dalla sala riservata all’incontro tra artisti e ‘addetti ai lavori’ ed atteso all’uscita dal teatro da coloro che l’hanno applaudito, ha dimostrato che lui il pubblico partenopeo l’ha conquistato.

Mariagrazia Liccardo

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016