Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Gea Martire e l’amore: “L’amore è la capacità di capire che lo sguardo si sta dirigendo molto lontano”. Non farmi ridere, sono una donna tragica Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Mariagrazia Liccardo   
Martedì 09 Febbraio 2016 15:42

 

 Dall’11 al 28 febbraio 2016, Gea Martire è co-protagonista con Massimo Andrei dello spettacolo firmato dallo stesso Andrei e intitolato “Non farmi ridere, sono una donna tragica” al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli.
In questo spettacolo, Andrei prende in esame l’amore, e -come già fatto in precedenti lavori quali “Tina fai presto” in cui racconta il dolore, “Favolare” per le fiabe, “Un Pop antico” per la cucina - sdrammatizza argomenti profondi della vita quotidiana.
Silvana (Gea Martire) è una donna che si rivela essere estremamente passionale, con una visione tragica del mondo.
Lo studioso
Carlo Rimetti (Massimo Andrei) la prenderà in esame per trarne uno studio scientifico “inutile” sull’amore, quello ‘vero’. A poco servirà l’intervento della donna comicamente tragica per definire la ricerca ‘platonica’.
In soccorso giungerà il giardiniere Carmine che è definito un ‘portatore d’amore’, ma indirizzato ai cactus.
Gea Martire ci parla così dell’amore prima della premiére dello spettacolo, tenutasi lo scorso 11 febbraio 2016, “In questo spettacolo sto affrontando il tema dell’amore; si fa riferimento al concetto dell’amore platonico. L’amore deve essere assolutamente senza scopo, l’amore è uno stato di “Grazia” e solo questo può essere considerato amore vero. Questo è possibile quando puoi affiancare un’altra persona, puoi presentarti ad una persona per quello che sei, ma veramente e realmente. Non è che, pur di vivere l’esperienza dell’amore, capisci cosa può servire all’amore: diventa uno scopo, è un accomodamento, un riparo alla solitudine. L’amore non è questo. L’amore è innanzitutto liberarti dalla paura, dalla paura di te stesso, dalla paura di essere piccolo, di essere insificante. È la capacità di affermare sé stesso. Solo se l’hai conquistata, puoi iniziare a pensare all’amore perché l’amore è un momento di verifica: ti presenti per quello che sei e devi avere la capacità di capire che anche la persona che hai di fronte a sua volta è sé stesso senza menzogne, senza finzioni; ma questo nell’amore esiste. È fatto di menzogne, è fatto di finzioni, di sotterfugi, di nascondienti: è una bagatella, non è assolutamente un amore.
È necessario essere affiancato all’altro: né uno che precede, né uno che segue, ma affiancato. L’amore è la capacità di capire che lo sguardo si sta dirigendo molto lontano
”.

Andrei sintetizza così questo spettacolo cheha debuttato ad agosto in prima nazionale al Positano Teatro Festival 2015: La volontà iniziale era quella di raccontare l'animo umano attraverso un'eroina tragica ma, parafrasando Nietzsche, non c'è niente di più comico della tragedia e si finisce dunque a ridere della vita, osservando le contorsioni, le difficoltà e le lacrime che il nostro essere limitati porta con sé”.
Lo spettacolo è prodotto e distribuito da Tappeto Volante, società di produzione teatrale riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali e dalla Regione Campania, con al suo attivo Grandi Eventi di Turismo Culturale.

NON FARMI RIDERE, SONO UNA DONNA TRAGICA, testo e regia Massimo Andrei; interpretato da Gea Martire e Massimo Andrei è prodotto da Domenico Maria Corrado. Aiuto regia Mario Vezza, musiche Mater Sonora, costumi Annalisa Ciaramella, scenografia Simona Guarino. Luci Franco Polichetti, foto di scena Lucia Giugliano, produzione esecutiva Adelaide Oliano.

 

Mariagrazia Liccardo

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016