Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Il grande dittatore di Chaplin al Teatro Eliseo di Roma Stampa E-mail
Oltrecultura: Recensioni Prosa © - Oltrecultura: Recensioni Prosa ®
Scritto da Alessandra Bernocco   
Mercoledì 02 Marzo 2016 04:56

 


Al secondo anno di tournée Il grande dittatore di Charlie Chaplin adattato per le scene da Massimo Venturiello premia un'iniziativa non priva di rischio.
Perché se è vero che il cinema e il teatro hanno, anzi sono, due linguaggi diversi che si sottraggono per loro natura a un confronto ravvicinato, è inevitabile riandare al celeberrimo film, che torna in mente almeno nelle sue scene memorabili.
Se consideriamo poi che prima d'ora non è mai stato proposto un allestimento teatrale non ci sono termini di confronto se non il film stesso.
Non nuovo alle trasposizioni dal cinema al teatro (ricordiamo La strada da Federico Fellini) Venturiello, che ha firmato la regia a quattro mani con Giuseppe Marini, si è concentrato sugli stimoli squisitamente teatrali che questa parodia del nazismo di Hitler e del fascismo di Mussolini, contiene.
Il tema del doppio, innanzitutto, che insieme al travestimento accompagna i passaggi del film e qui diventa una virtuosistica prova d'attore, di matrice brechtiana, come lo spettacolo tutto, e non solo perché si cita La resistibile ascesa di Arturo Ui, ma perché i suoi interpreti sono chiamati a un sorvegliato lavoro di citazioni di caratteri, di tic e goffaggini.
Giustamente si spinge molto sull'iperbole, riservando a ciascun personaggio dei piccoli affreschi che restano impressi. Mentre le scene di tensione e di scontri si risolvono con opportune coreografie e momenti musicali.
La musica infatti è coprotagonista di tutto lo spettacolo: scritta ad hoc da Germano Mazzocchetti intreccia canzoni bellissime, anche yiddish, interpretate da Tosca, sempre intensa e ben modulata. Ma a tutti sono richiesti più momenti di canto corale, anche impegnativi, che fanno di questa ormai rodata compagnia un'eccezione nel panorama italiano.
E' questo il non comune valore aggiunto: una compagnia che si muove con agio tra recitazione canto e danza, o comunque una gestualità fortemente evocativa.

A Tosca poi va riconosciuta una vis comica insospettabile, che le ha permesso di vestire anche i panni dei Rachele Mussolini (signora Napoloni), fantozzianamente affondata in uno sgabellino mignon, con quella stazza ricostruita da chissà quanta gomma piuma, e un ineffabile vestito a fiori rosa e rossi.
Nel ruolo di Benito ribattezzato Bonito Napoloni, Lalo Cibelli, assai convincente nello sbeffeggiare la cialtronaggine del duce.
Mentre Venturiello, a dispetto della taglia ben lontana da quella di Chaplin, passa con palese divertimento dalla levità lunare del barbiere ebreo all'idiozia di Hitler-Hinkel derisa anche nel linguaggio che diventa ora un tedesco maccheronico ora una canzonetta che inanella i peggiori improperi che possono uscire dalla bocca di un razzistucolo da quattro soldi.
E' una scena, questa, in cui Venturiello canta e balla con una specie di manichino, un vestito su un appendiabiti, la cui testa è rappresentata dal mappamondo.
Molto giusti i costumi sui toni del grigio di Sabrina Chiocchio e la scena di Alessandro Chiti, stilizzata e geometrica, posta su una pedana girevole che crea ambienti e punti di vista diversi.
Insomma è uno spettacolo godibile, dove le risorse sono ben calibrate e in costante dialogo tra loro.
In scena anche Camillo Grassi, Franco Silvestri, Sergio Mancinelli, Gennaro Cuomo, Nico Di Crescenzo, Pamela Scarponi, Alessandro Aiello.
Light designer: Umile Vaineri; coreografie: Daniela Schiavone; sound designer: Antonio Lovato.
In scena fino al 6 marzo 2016.

Alessandra Bernocco

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016