Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Una giornata particolare...è il magico sapore d'un bacio d'amore! Stampa E-mail
Oltrecultura: Recensioni Prosa © - Oltrecultura: Recensioni Prosa ®
Scritto da Marisa Paladino   
Sabato 19 Marzo 2016 16:36

 

Belle bimbe innamorate, gli aranci comprate, hanno il magico sapore d'un bacio d'amore!”.
Immaginiamo un grammofono che diffonde una nostalgica melodia, storie di vita ai tempi del fascismo. Sullo schermo gigante del
Teatro Verdi di Salerno scorrono le immagini dell'Istituto Luce, lo storico bianco e nero che racconta il viaggio di Hitler a Roma nel '38, dal Brennero a Roma le stazioni sono gremite di civili, fascisti e militari, piccoli balilla e giovinette in fiore sventolano bandierine augurali, poi l'incontro con Mussolini e le celebrazioni nella trionfale parata in via dell'Impero.
E' l'ambientazione di una giornata particolare, che segnerà profondamente destini individuali e collettivi. Una giornata particolare è inizialmente una sceneggiatura teatrale, a firma di Ettore Scola e Ruggiero Maccari, che il registra poi trasformerà nello straordinario film del 1977, protagonisti Sofia Loren e Marcello Mastroianni. Il titolo, nell'omonima versione teatrale, torna sul palcoscenico del teatro salernitano, con la regia di Nora Venturini dal 17 marzo 2016 a domenica 20. Giulio Scarpati e Valeria Solino sono gli attori protagonisti  nei ruoli di Antonietta e Gabriele. La paternità cinematografica è ingombrante ma lo spettacolo non ne risente, se ne apprezza la resa nella diversità di linguaggio che offre differenti opportunità al dispiegarsi della narrazione.
Una giornata toccante e malinconica, nella quale il pubblico potrà cogliere insieme spunti di poesia e di riflessione. Un caseggiato popolare, la protagonista donna disfatta dalle troppe maternità ci vive con il marito Emanuele/Toni Fornari, un usciere e fervente fascista, ed i sei figli.
La sua è una vita modesta, un quotidiano ruvido e senza amore, poca allegria e troppi doveri, la società dell'epoca ne fa una donna sottomessa ad un uomo autoritario e libertino, ovviamente fanatico del regime. Gabriele, inquilino dello stesso stabile, è un uomo tanto colto quanto lei è incolta, voce radiofonica dell'EIAR licenziato per omosessualità, e un antifascista convinto, che tenta di farla finita sottraendosi ad un destino di isolamento, il confino, infatti, era allora la soluzione per isolare uomini “con tendenze depravate”.
Un merlo bizzoso, fuggito dalla gabbia sulla terrazza di lui, è l'occasione dell'incontro, i due saranno destinati anch'essi ad una giornata indimenticabile,  dall'epilogo altrettanto amaro, come quello della grande giornata di festa a Roma. Lei si infatuerà della gentilezza e della cultura di lui, con la sua poca cultura è vittima della società del tempo, bigotta e maschilista, che relega la donna ad ruolo di sottomissione e ad un destino di procreazione.

E' incapace di critica, fanatica del 'Duce', di cui raccoglie gelosamente in un album immagini e citazioni, desterà le critiche di Gabriele, l'uomo che irrompe nella sua monotona quotidianità e nella casa dove la donna è sola, con figli e marito accorsi al grande raduno. Antonietta accoglie lo sconosciuto e gli rende possibile rivelare l'inconfessabile segreto.
Forse i due si specchiano, nel bisogno più intimo di confessare desideri e debolezze, nonostante l'impossibilità di una reciproca attrazione sessuale.
L'accettazione, pure nella diversità, è reciproca, bastano poche ore e l'empatia umana compirà il miracolo, superando le solitudini, le  barriera culturali, il conflitto sessuale ed ogni forma di perbenismo e convenienza; la tensione iniziale tra un passo di rumba, una corsa in monopattino ed un libro come “I tre moschettieri”, dal forte significato per entrambi, si trasformerà in un'inattesa tenerezza, l'illusione di libertà, precaria forse, è l'anticamera di altri orizzonti possibili.
Lo spettacolo è pulito e senza sbavature. Giulio Scarpati, volto noto della fictionUn medico in famiglia” e con solida formazione teatrale, ha conferito a Gabriele la giusta dose di eccentricità intellettuale e di anticonformismo che appartiene al personaggio, una leggerezza di pensiero stridente con l'imperante conformismo, mentre Antonietta assapora il gusto della risata, in terrazza, come forse non accadeva da tempo.
Tra canzonette d'epoca e un'indimenticabile sventolio di lenzuola il desiderio della donna si accende, bacia appassionatamente quest'uomo, nonostante sia rigido, e pronto a confessare la sua identità sessuale, in forma violenta e dolorosa.

Lui non può amarla come un uomo ama una donna, anche se faranno anche l'amore, assecondante ed incerto lui, desiderosa e senza pentimenti lei; è lo scacco alle proibizioni sociali, il sovvertimento di ogni regola, tra un omosessuale antifascista e una sposa fascista c'è il profondo donarsi di esseri spogliati da ogni paura. Valeria Solarino, nota attrice di cinema con un sodalizio artistico-sentimentale con Giovanni Veronesi, ha una recitazione minimale, misurata, inflessione da donna del Sud cui non mancano i palpiti del desiderio, è una timorata di Dio ma anche di un uomo maschilista, al cui rientro a casa sarà difficile sottrarsi. Nemmeno Gabriele potrà sottrarsi alla chiamata degli 'amici' che la sera busseranno alla sua porta.
Le soluzioni sceniche di Luigi Ferrigno, i costumi di Marianna Carbone, le luci di Raffaele Perin, i video e suoni di Marco Schiavone, tra rombi di aerei e motivetti di regime, sono la giusta ambientazione di questa giornata, propagandista e minimale, una giornata davvero particolare. Gli applausi finali sono convinti, l'omaggio al Maestro Ettore Scola, da poco scomparso, alla sua acutezza e sensibilità, è incondizionata e corale.

Marisa Paladino

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016