Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Il Teatro di Roma per il Giubileo: 7 spettacoli da I Teatri del Sacro IV Edizione Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Alessandra Bernocco   
Sabato 09 Aprile 2016 00:56

 

 

Lo trovavano appeso a una croce a cinque metri di altezza o aggrappato a un albero da cui non sapeva come scendere. Volava Giuseppe, ma suo malgrado.
E suo malgrado è stato fatto beato e santo.

La storia di Giuseppe da Copertino -VI secolo, tempi duri di inquisizione- ce l'ha raccontata Fabrizio Pugliese in un monologo scritto a quattro mani con Francesco Niccolini e ha aperto ieri 7 aprile 2016 il ciclo di sette spettacoli che il Teatro di Roma ospita a India da I Teatri del Sacro, l'ormai consolidata rassegna di Federgat nata con l'intento di indagare e declinare nei modi più disparati la categoria del sacro.
Uno sgabello, una luce di taglio, niente di più, e Pugliese ha dato vita a questa figura ai limiti dell'improbabile di fronte alla quale ha dovuto arrendersi persino il Sant'Uffizio. Malato, ignorante, ottuso e maldestro, Giuseppe o volava o suscitava pietà. O andava in estasi rapito dalla Madonna o veniva beffato da un destino quotidiano di cui non aveva sentore e cognizione (PER OBBEDIENZA_dell'incanto di frate Giuseppe).
Dissacrazione e ironia sono i fili che hanno guidato l'intera rassegna de I Teatri del Sacro, qui riproposta a ruota fino a domenica 17 aprile 2016.

Si prosegue con DE REVOLUTIONIBUS_sulla miseria del genere umano, con Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi che incontrano il Leopardi de Il Copernico e di Galantuomo e Mondo e chi l'ha visto garantisce che un Leopardi così a scuola non ce l'ha mai raccontato nessuno (8 ore 21 e 9 ore 19); PE DEVOZIONE_liturgie sacre e profane nella vita di tutti i giorni, risultato di un laboratorio a cura di Marina Rippa e Alessandra Asuni tenutosi a Forcella con 17 donne che raccontano i riti della tradizione partenopea, tra religiosità sacra e liturgie quotidiane (10 ore 17); DELIRIUM BETLEM_ovvero i Re Marci secondo i tre sacrosanti lamenti, un testo scritto e diretto da Alberto Salvi, che vira sul comico raccontando le gesta di tre disadattati che credono di vedere la stella cometa (11 ore 21); CAINO ROYALE_lo spettacolo originale, che si chiede tra gag, canzoni, situazioni paradossali, chi saremmo oggi noi se Caino non avesse voluto uccidere Abele (12 ore 19, 13 ore 21); CORRISPONDENZE, ovvero le vite di due donne, due sorelle, che hanno fatto scelte diverse come la clausura e l'affermazione professionale, e che malgrado tutto cercano di mantenere vivo il legame di sangue (14 ore 19, 15 ore 21); IO MIA MOGLIE E IL MIRACOLO di Gianni Vastarella, la storia di una famiglia in un contesto assai surreale, animato da un individuo che ha il dono di riportare in vita oggetti e persone (16 ore 21, 17 ore 19); IL ROSARIO_Una favola nera da Federico De Roberto, una madre padrona, le sue figlie e la recita quotidiana del rosario tra canti e musiche della tradizione orale, drammaturgia e regia di Clara Gebbia e Enrico Roccaforte (12 e 14 ore 21, 13 ore 19).

Alessandra Bernocco

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016