Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Cantate Napoletane progenitrici dell'opera buffa di Paisiello Stampa E-mail
Oltrecultura: Recensioni Musica © - Cameristica ®
Scritto da Dario Ascoli   
Martedì 17 Maggio 2016 22:52

Sono proseguite ,  con un doppio appuntamento con il Dipartimento e Master di Musica Antica "Pietà de' Turchini" del Conservatorio San Pietro a Majella, le celebrazioni per il Bicentenario della morte di Paisiello.
Commeddeja pe' Museca è la definizione di una forma in voga a partire dai primi anni del '700 a Napoli; parallelamente alle opere buffe in lingua napoletana in quel tempo venivano composte cantate che costituivano una sorta di "riassunto" delle opere vere e proprie, e destinate ad esecuzioni e fruizioni semiprivate in feste e accademie che si svolgevano nelle residenze alto borghesi e aristocratiche, come ha illustrato il maestro Antonio Florio che del prestigioso dipartimento è direttore.
Il primo appuntamento si è svolto nella Sala delle Feste del Museo di Capodimonte il 17 maggio 2016 alle 17, la replica invece è prevista il giorno successivo nella Sala Scarlatti del San Pietro a Majella.
Nella sala della Reggia di Capodimonte, che diventa nelle occasioni delle celebrazioni paisielliane il salotto nobile del Conservatorio, sono state eseguite sette Cantate per voce e basso continuo di Giuseppe Porsile, Giulio Cesare Rubino, Nicolò Grillo, Alessandro Scarlatti e Nicola Sabino.
Gli interpreti, tutti provenienti da San Pietro a Majella, sono stati i soprani Federica Pagliuca, Magdalena Szymanska e Olga Cafiero; i mezzosoprani Daniela Salvo e Daniela Fontana; il contralto Angela Gaetana Giannotti; il tenore Leopoldo Punziano accompagnati da due cembali suonati alternativamente da, diremmo, un'Emiolia costituita da tre cembalisti: Carlo Barile, Angelo Trancone e Luigi Trivisano.
Le revisioni sono stata curate da Domenico Statuto.
I da capo rigorosamente provvisti di diminuzioni e cadenze, direzioni di frase appropriate, appoggiature, eleganti ineguaglianze ritmiche e intonazione  netta priva di vibrati ottocenteschi che, se introdotti, priverebbero quelle meravigliose pagine musicali della leggerezza e del fascino di microtensioni prodotte da temperamenti inequabili, che sono propri della voce umana e degli strumenti a intonazione non obbligata.

Non è tanto l'accordatura dei clavicembali a determinare quel senso di prevalenza delle armonie di tonica anche in assenza di funzioni armoniche che si affermeranno a partire dagli anni '40 del XVIII secolo, quanto la produzione di armonici naturali da parte del più nobile degli strumenti, non a caso  costruito dal Liutaio Celeste: la voce umana.
Brani noti e meno noti, tutti eseguiti con nitidezza di prassi e in qualche caso con bella verve espressiva.
Dipartimento e Master "Pietà de' Turchini" del Conservatorio di Napoli si confermano eccellenze di cui il direttore Elsa Evangelista può andare fiero.
Non è frutto del caso se Antonio Florio da tre decenni è ritenuto tra i massimi interpreti di musica antica nel mondo, con una discografia di oltre trenta titoli.
Il pubblico ha gradito con entusiasmo e il direttore del Museo, Sylvain Bellenger ha ancora una volta ringraziato il San Pietro a Majella per la collaborazione e il maestro Riccardo Muti per avergli suggerito, allorché entrambi erano a Chicago, di costituire un binomio, o se preferite un dittico o un bicordo con l'istituzione conservatoriale napoletana.
Bis, non eludibile per le pressanti richieste, il concertato da Pulcinella vendicato di Paisiello, che il 7 giugno 2016 sarà eseguito sempre nell'ambito delle celebrazioni del compositore tarantino.

Dario Ascoli

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016