Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Le Nomination per il premio Le Maschere del Teatro Italiano 2016 Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Mariagrazia Liccardo   
Martedì 07 Giugno 2016 20:21

 

 Un video su Luca de Filippo, un saluto alla sua memoria ed un altro alla memoria di Giorgio Albertazzi, hanno aperto lunedì 6 giugno 2016 presso il Teatro Mercadante il dibattito per le nomination al premio Le Maschere del Teatro Italiano 2016. Presiedeva Gianni Letta, con  al suo fianco Maurizio Giammusso, giornalista, scrittore e sceneggiatore, critico teatrale, mentre  in platea era  Luca De Fusco , con Giammusso sostenitore e realizzatore del premio. In platea anche giornalisti e addetti ai lavori. Sul palco la giuria composta da Rosita Marchese (CdA del Teatro Stabile di Napoli), Giulio Baffi (critico Repubblica Napoli), Francesco Bellomo (produttore L’Isola Trovata), Maricla Boggio (drammaturga), Moreno Cerquetelli (critico Tg3), Emilia Costantini (critico Corriere della Sera), Masolino d’Amico (critico La Stampa), Maria Rosaria Gianni (redattore capo Tg1 cultura), Enrico Groppali (critico Il Giornale), Franco Però (direttore Teatro Stabile Friuli Venezia Giulia). Assente giustificato  Roberto Mussapi (critico Avvenire, poeta e drammaturgo) .
Le dinamiche e le regole delle nomination sono apparse fumose ed approssimative. Ripescaggi, esclusioni ad libitum. Per una più approfondita riflessione di seguito l’elenco delle triadi:
Migliore interprete di monologo:
Luca Barbareschi, Cercando segnali d’amore ,Milva Marigliano, Ombretta Calco, Fabrizio Gifuni, Lo straniero, quest'ultimo uscito vincente da un ballottaggio con Iaia Forte, Hanno tutti ragione .
Migliore attore/attrice emergente:
Federica Sandrini, Signorina Else - Giulio Forges Davanzati, Weekend - Roberto Caccioppoli, China Doll.

Migliore attrice non protagonista: Anna Teresa Rossini, Lear. La storia - Alvia Reale, Il prezzo - Paola Quattrini, Tempeste solari.
Migliore attore non protagonist: Maurizio Lombardi, The Pride - Fulvio Cauteruccio, Porcile – Umberto Orsini, Il prezzo.
In questa categoria è stato  escluso Caccioppoli per essere già stato nominato nella categoria Emergenti e Ripescato Lombardi dagli attori con un solo voto (ne occorrono sei per passare alla nomination e almeno due per partecipare alle votazioni) ;ballottaggio tra Giovanni Crippa, Danze Macabre e Cauteruccio.

Miglior regia: Piero Maccarinelli, L'Esposizione Universale - Filippo Dini, Ivanov – Massimo Popolizio, Il prezzo.

La regia di Luca De Fusco per l’Orestea era in cima alla lista per quantità di voti. Rosita Marchese ha riportato la volontà di De Fusco di rinunciare alla nomination con questa motivazione: “L’Orestea è stato un lavoro impegnativo con una grande compagnia di attori, e sono estremamente felice che la Giuria di esperti abbia votato in maggioranza la mia regia, essendo però l’ideatore di questo premio, rinuncio a titolo personale a essere nelle terne come miglior regista e invito la giuria a convergere i propri voti su altre regie. Non posso però far rinunciare la compagnia alla nomination di Orestea nelle terne per la categoria di miglior spettacolo di prosa, perché lo ritengo uno spettacolo dove è emerso il grande lavoro e impegno di tutti e dove ogni singolo attore ha dato prova di grande arte, questa nomination è un placet all’intero gruppo di lavoro”. Quattro dei voti dell’Orestea passano alla regia de L’esposizione Universale, mentre il voto della Boggio va a Dini. Ballottaggio tra Binasco per la regia di Porcile ( Il bugiardo dello stesso Binasco poco votato) e Popolizio.
Miglior attore protagonista.
Mariano Rigillo, Lear. La storia - Paolo Pierbon, La morte di Danton – Massimiliano Gallo, La signorina Giulia. Gli esclusi, nonostante i voti per competere in nomination, Orsini e Popolizio con Il prezzo, perché già nominati in altra categoria. Rosita Marchese propone un ripescaggio per Massimiliano Gallo, ugualmente Maricla Boggio elogia la cultura e l’interpretazione di un testo difficile da parte di Sandro Lombardi, non ripescato.
Migliore attrice protagonista.
Gaia Aprea, Orestea - Anna Foglietta, La pazza della porta accanto- Pamela Villoresi, Il mondo non mi deve nulla. In altre categorie alcuni esclusi per essere stati già premiati. Qui dichiarato omaggio e stima per la rinuncia di Luca De Fusco. Tentativo di ripescaggio per Serra Yilmaz, La bastarda di Istanbul, attrice turca che in Italia ha svolto gran parte della sua carriera, personaggio simbolo dei film del regista, suo connazionale, Ferzan Ozpetek, motivando la proposta anche con un bisogno di “sprovincializzare” il premio,proposta rimasta inascoltata.
Miglior spettacolo di prosa. ORESTEA, regia Luca De Fusco - LA MORTE DI DANTON, regia Mario Martone - SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE, regia Gabriele Lavia, che ha dovuto vedersela con IL PREZZO (THE PRICE), regia Massimo Popolizio.
Le nomination delle successive categorie sono state stabilite precedentemente.Scenografo.
Sergio Tramonti, La dodicesima notte, regia Carlo Cecchi - Maurizio Balò, Orestea, regia Luca De Fusco – Antonio Panzuto, Il deserto dei tartari, regia Paolo Valerio.
Costumi.
Zaira De Vincentiis, Orestea, regia Luca De Fusco – Andrea Viotti, Sei personaggi in cerca d'autore, regia Gabriele Lavia - Ursula Patzak, La mote di Danton, regia Mario Martone.
Musiche.
Andrea Liberovici, Macbeth Remix, regia Andrea Liberovici – Ran Bagno, Orestea, regia Luca De Fusco - Morgan, Arancia meccanica, regia Gabriele Russo.
Novità italiana.
Fausto Paravidino, I vicini - Valeria Parrella, Euridice e Orfeo – Ruggero Cappuccio, Spaccanapoli Times.
Luci.
Pasquale Mari, La morte di Dantòn - Cesare Accetta, Dalla parte di Zeno - Salvatore Palladino, Arancia meccanica.
La giuria ha così selezionato le terne dei titoli e dei nomi finalisti per le 13 categorie dell’edizione 2016 del premio, che ora saranno giudicate da una giuria composta da oltre 800 persone, tra artisti e addetti ai lavori, chiamate a votare a scrutinio segreto i nomi e i titoli vincitori del premio Le Maschere del Teatro Italiano.
L’appuntamento per la serata della cerimonia di premiazione è previsto per il prossimo 8 settembre2016 al Teatro Mercadante e sarà trasmessa in diretta differita su Rai Uno.

Mariagrazia Liccardo

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016