Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Si alza il sipario su La casa del Contemporaneo a Salerno Stampa E-mail
Oltrecultura: Eventi Prosa © - Oltrecultura: Eventi Prosa
Scritto da Francesco D' Agostino   
Martedì 15 Novembre 2016 20:51

alt 

Al via la terza stagione de La Casa del Contemporaneo - Centro di Produzione Teatrale di Salerno, animata dalle idee, che perseguono un disegno comune di un “teatro per tutti”, che si fonda sui linguaggi della contemporaneità e abbraccia tutte le età e generazioni del pubblico teatrale, delle compagnie Enzo Moscato e le Nuvole insieme alla Fondazione Salerno contemporanea e all’Università degli Studi di Salerno.
La stagione 2016 - 2017 di Casa del Contemporaneo prevede che gli spettacoli saranno proposti tra Sala Pasolini di Salerno e a Napoli sia al Teatro dei Piccoli che alla Sala Assoli .
Accanto agli spettacoli quest’anno sono previsti incontri in siti archeologici e monumentali oltre che all’Università di Salerno nel Campus di Fisciano.
La sinergia tra Salerno Contemporanea, il Comune di Salerno e l’Università ha mosso i primi passi con la rassegna Colloqui di Salerno dedicata al ricorso e analisi del lavoro di Giuseppe Bartolucci curata da Francesco G. Forte e in corso la rassegna femminile palestinese a cura di Maria Rosaria Greco che andrà avanti fino al 14 dicembre 2016.
La stagione 2016-2017 si apre con lo spettacolo Birre e Rivelazioni, prodotto da Teatri Uniti, scritto e diretto da Tony Laudadio in scena nella sala Pasolini di Salerno il 19 e 20 novembre. Il 10 e 11 dicembre, Roberto Latini presenta Radio edit la sua versione de I Giganti della Montagna che ha già ottenuto molti premi e consensi nelle stagioni e festival italiani. Lo spettacolo viene proposto nella data del 10 dicembre per ricordare Luigi Pirandello a 80 anni dalla sua scomparsa, anticipando i 150 anni della sua nascita (1867).


Casa del contemporaneo a fine di gennaio programma un focus dedicato al Teatro delle Albe di Ravenna e, in particolare ai suoi fondatori soprattutto al lavoro di scrittura di Marco Martinelli – regista e drammaturgo, fondatore della compagnia ravennate con Ermanna Montanari, Luigi Dadina e Marcella Nonni più di trent’anni fa. Prima programmazione del  Teatro delle Albe il 26 gennaio 2017 con  Rumore di acque storico spettacolo proposto per la prima volta in Campania fondato sui temi di cronaca dove Alessandro Renda sarà il fantomatico generale che accoglie le anime dei morti del canale di Sicilia; il 27 gennaio, Alessandro Argnani è invece il giocatore di provincia che racconta la sua parabola discendente nell’inferno della dipendenza in Slot Machine. Negli stessi giorni (27 e 28 gennaio) nella sala Assoli di Napoli verrà presentato in anteprima Maryam – scrittura originale di Luca Donineli – interpretato da Ermanna Montanari che dona la sua voce a tre monologhi di donne che condividono la morte di un figlio, a partire dalla madre di Gesù. La regia è di Marco Martinelli e la drammaturgia musicale di Luigi Ceccarelli, compositore vicino alle Albe da decenni, che ha scelto suoni di guerra, motivi arabi e vibrazioni della musica sacra.
Il 15 e 16 febbraio Tonino Taiuti e Lino Musella ripropongono il loro Play Duett, per la prima volta a Salerno prodotto da Casa del Contemporaneo. Due attori a confronto, attraverso i testi di autori della tradizione da Basile a Moscato, da Viviani a Iacobelli, in una vera e propria “prova d’attore” al ritmo di una jazz-session. Il 18 e 19 febbraio Saverio La Ruina propone Masculo e Fìmmina, ultima sua creazione, di scrittura e interpretazione. Un monologo come una confessione, sul tema del rapporto madre e figlio e dell’identità omosessuale vissuta in segreto in un sud chiuso dove c’è anche la neve. Il 4 e 5 marzo va in scena Two del noto drammaturgo inglese Jim Cartwright, con la regia di Massimo Mesciulam. Il 18 e 19 marzo Pino Carbone presenta il suo personalissimo lavoro Luci della Città /Stefano Cucchi. Dal 31 marzo al 2 aprile la stagione si chiude con la festa del cibo messa in scena dal Teatro delle Ariette – dall’Emilia Romagna – con lo storico e acclamato spettacolo Teatro da Mangiare?
Casa del Contemporaneo propone anche una stagione YOUNG - stagione numero 31 - dedicata ai più piccoli che andrà avanti tra la sala Pasolini di Salerno (sabato alle ore 16.30) e il Teatro dei Piccoli di Napoli (domenica alle 11), seguendo una programmazione congiunta.

Ad aprire la rassegna Il Giardino dipinto, a cura del TPO - Teatro Metastasio di Prato regia di Davide Venturini e proseguirà fino ad aprile 2017 con 8 titoli. Tra essi ricordiamo la coproduzione in lingua inglese DRACULA della compagnia madrelingua The Play Group con Le Nuvole in un adattamento comico del classico di Bram Stoker. Non solo momenti di divertimento anche proposte d'impegno civile tra cui ricordiamo: CAINO E ABELE della compagnia Rodisio e STUPIDORISIKO in collaborazione con Emergency\Ong Onlus. In programma anche racconti inediti quali LA GALLINELLA ROSSA di Accademia Perduta e AHIA! di Teatri di Bari, senza tralasciare i classici della letteratura fiabesca: il nuovissimo spettacolo del Teatro delle Briciole ROSSO CAPPUCCETTO, a cura del regista e musicista Mirto Baliani; Campania Arte e Danza ci propone IL PICCOLO PRINCIPE con venti danzatori in scena; LA REGINA DELLE NEVI di Armamaxa Teatro, ROBINSON CRUSOE di ATG Teatro Pirata e I BRUTTI ANATROCCOLI di Stilema Unoteatro. L’anno nuovo si aprirà con UNPOPIUINLÀ, di Cà Luogo D’Arte.
Nell’ambito della stagione YOUNG prosegue, inoltre anche quest’anno, il percorso Didattica della Visione – valido come formazione per il personale della scuola – realizzato in collaborazione con la Casa dello Spettatore e AGITA, proposto in abbinamento ad alcuni dei titoli della rassegna Young in programmazione per sollecitare nel pubblico di insegnanti e, per loro tramite, di studenti una forte spinta a continuare l’esplorazione teatrale anche oltre il momento e la dimensione della visione dello spettacolo.
La Casa del contemporaneo presenta produzioni proprie come Modo Minore (concerto\spettacolo) di Enzo Moscato e Pasquale Scialò con le musiche eseguite dal vivo da musicisti e allievi del Conservatorio di Salerno “G. Martucci”. Lo spettacolo ha debuttato come progetto speciale nell’ambito del Ravello Festival e sarà in tournée a partire dal Teatro Nuovo di Napoli da gennaio 2017. Affiancano Grand’Estate testo e regia di Enzo Moscato; Tomcat di James Rushbrooke (traduzione di Roberto Vertolomo) - regia Rosario Sparno; Mondo Rotondo – produzione per bambini de Le Nuvole – è una fiaba in musica per i più piccoli liberamente ispirato a “Il racconto dell’isola sconosciuta” di Josè Saramago);  Il Servo di Robin Maugham (traduzione di Lorenzo Pavolini) con la regia di Andrea Renzi e Pierpaolo Sepe, una co-produzione Napoli Teatro Festival Italia\Casa del Contemporaneo - Centro di Produzione\Teatri Uniti\ Teatro Stabile di Napoli - Teatro Nazionale. Lo spettacolo ha debuttato nell’ambito dell’edizione 2016 del NTFI; Migliore di Mattia Torre, regia di Giuseppe Miale di Mauro, una co-produzione Nest/Casa del Contemporaneo che debutta dal 16 maggio 2017, nella sala Assoli di Napoli; Verso Desdemona… (progetto per una messa in scena) di e con Luciano Saltarelli, in co-produzione con Teatri Uniti. Progetto di ricerca con laboratori di residenza presso le Università di Cosenza e Salerno.
Per informazioni www.casadelcontemporaneo.it

 

Francesco D'Agostino

 

 

 

 

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016