Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

Vacanze romane per brindare al nuovo anno Stampa E-mail
Oltrecultura: Recensioni Prosa © - Oltrecultura: Recensioni Prosa ®
Scritto da Francesco D' Agostino   
Venerdì 06 Gennaio 2017 18:35

 

alt 

Uno spettacolo brioso e pieno di bollicine, come un brut servito fresco, è un buon modo per cominciare l'anno nuovo e la stagione di prosa.
Al Teatro Verdi di Salerno dal 5 gennaio 2017 è di scena Vacanze romane, una versione musical teatrale del raffinato e mitico film di William Wyler del 1953 che vide protagonisti Audrey Hepburn e Gregory Peck, le cui parti sono reinterpretate da Serena Autieri e Attilio Fontana.
Una trama che ruota tra il romantico ed il fiabesco, amore ed amicizia, etica professionale e proprio tornaconto, in cui la giovanissima principessa Anna approda in visita a Roma ed insofferente al soffocante protocollo di corte, decide di “evadere” e di girare per la capitale come una ragazza qualsiasi. Incontrerà un giornalista locale Gianni in cerca del famoso scoop, che la riconosce e ... non vi sveliamo niente altro, anche perché il seguito è arcinoto.
La prima edizione italiana del musical di Paul Blake è del 2003 curata da Pietro Garinei, qui il racconto scenico diretto da Luigi Russo ha ritmo e verve con i bellissimi costumi della Maison Sarli e della Sartoria Condotti, e gli altri firmati da Silvia Frattolillo (come nella prima edizione) inseriti perfettamente nel clima della Roma anni Cinquanta; le musiche di Cole Porter e di Armando Trovajoli (l'adattamento dei testi canzoni Cole Porter è di Vincenzo Incenzo) e le coreografie corali di Bill Goodson che dispone di un nutrito corpo di ballo.


Raffinate le scenografie di Gianni Quaranta: le ambientazioni, i luoghi, tetti e monumenti, tra cui la famosa Bocca della Verità, il tour nella Roma degli anni Cinquanta con il sottofondo di “Roma Mia” vengono ricreati con videoproiezioni che s'intrecciano con gli oggetti scenici (non poteva mancare la Vespa!).
Il disegno luci firmato da Francesco Adinolfi è molto appropriato e la recitazione, la musica, il canto, le scenografie animate, le coreografie che non sono certamente innovative, ma in linea con la tradizione e piacevoli da vedere, rimandano una atmosfera leggera, da vera commedia musicale destinata all'intrattenimento e a far sorridere con garbo ed eleganza, il che non è da tutti.
Chapeau! all'intero cast dove Serena Autieri primeggia nel canto e nella recitazione. Una prova convincente anche per Attilio Fontana, attore versatile che rende bene il personaggio del disincantato cronista. Brava la contessa addetta a prendersi cura della principessa Fioretta Mari, che punta fortemente sulla sua lunga esperienza drammaturgica, e Laura di Mauro, ottima caratterista nelle vesti della fidanzata del simpatico fotografo Otello, amico di Gianni, interpretato da Gianluca Bessi, a sua volta molto applaudito.
Piccolo neo costituito talvolta dall'amplificazione delle voci ma platea salernitana coinvolta e partecipe, si replica sino a domenica 8 gennaio. Da vedere.

Francesco D'Agostino 

 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016