Ediz. n.242 - 09.10.16

Partnership

Sostieni
Oltrecultura
e sarai visibile a  1 milione di  contatti !
scrivi a
commerciale


di mary
Via Oslavia , 44 - 00195 Roma
 +39 063208224
lallegrettodischi@yahoo.it


minabottesini@libero.it

+39 3392394093

 

 

 


Luigi Petrosino - Grafico e Pittore

 

Bottega Federiciana delle Arti

 

 

Dove saremo

Area Riservata

La luce che apre i vuoti dell’immaginario: Monumedia Light & Vision 2009 Stampa
Oltrecultura: Eventi Culturali ©
Scritto da Tonia Barone   
Martedì 27 Ottobre 2009 11:40
Indice
La luce che apre i vuoti dell’immaginario: Monumedia Light & Vision 2009
Altre Immagini
Tutte le pagine

 

A Napoli l’evento Monumedia Light & Vision 2009 ideato e diretto dal Digital Artist Franz Cerami, che dal 20 ottobre al 6 novembre 2009 renderà Borgo Marinari un luogo altro, un’utopia della visione, una speranza come l’interpreta il professore De Masi che commentando l’esperienza di Monumedia afferma “Mi piacerebbe essere onnipotente e poter proiettare su Napoli, come fanno gli amici su Castel dell’Ovo, delle luci che ne modifichino completamente i pieni e i vuoti, che trasformano i camorristi in imprenditori etici , che trasformano i politici tutti della cin benefattori della collettività e così di seguito. Un tutt'uno architettonico continuo, non un'alternanza di pieni e di vuoti, non vuoti come privazione del bello, ma la bellezza dei vuoti”.
L’idea della trasformazione, della manipolazione positiva di un oggetto, che conduce lo spettatore/visitatore/viaggiatore/passante a leggere un luogo complesso come Castel dell’Ovo grazie alle tre installazioni dei Digital Artist Franz Cerami (23 ottobre), Till Nowak (25 ottobre), Giorgio Rinolfi (22 ottobre), le cui interferenze apriranno ad una nuova visione, a nuove sensazioni di un elemento dato e fisso nel tempo, per leggerlo in una prospettiva presente, viva, contemporanea.
Monumedia Festival infatti si pone la problematica dell’illuminazione dei beni architettonici, sottolineando la relazione esistente tra Cultura, Arte, Design e Innovazione Digitale.
Quando gli artisti decidono di sottolineare un oggetto lo rendono unico e al tempo stesso immesso nel globale, nel virtuale. Questo fa si che la sperimentazione possa essere proposta con delle variabili anche in altri luoghi. La contemporaneità è nel rendere unico e al tempo stesso universale un luogo modificando la memoria collettiva, legandolo a nuove emozioni.
Monumedia Light & Vision 2009 è un evento all’interno della programmazione culturale “Viaggio nella Creatività”, (progetto dell' Assessorato al Turismo della Regione Campania), e promosso dalla Direzione Regionale del Ministero dei Beni Culturali e realizzato in partenariato con il Consorzio Antico Borgo Marinari.
Parlando di luce e visione è da sottolineare come la notte sia il tempo in cui si realizza il Festival, e l’ovattato silenzio della notte con il buio illuminato dalle stelle e dalla luce della luna che si riflette sul mare ci conduce all’esperienza di Light your blue la nuova installazione di Franz Cerami, presentata per la prima volta a Napoli nell’ambito dell’evento Monumedia Light & Vision 2009. Si tratta di una proiezione luminosa di colore blu sulle scogliere intorno a Castel dell'Ovo, la cui peculiarità saliente è quella che la gradazione di colore viene determinata da un algoritmo che raccoglie le indicazioni che provengono dal Web. Gli utenti, collegandosi al sito www.lightyourblue.com, da ogni parte del mondo, possono scegliere una tonalità di blu, la luce che verrà proiettata sarà giorno per giorno corrispondente alla media tra tutte le singole opzioni. In definitiva l'algoritmo rappresenterà la tavolozza che impasta i colori che ciascun utente della rete sceglierà e li mecolerà consegnando il risultato alla installazione di Cerami perché la luce la dipinga sulla scogliera.
Sarà per questa visione poetico-pittorica che Derrick de Kerckhove , classificando Light your Blue come arte collettiva e globale, ha colto un legame ideale con la poesia del premio nobel irlandese William Butler Yeats, figlio di un pittore paesaggista, il quale parlò di “emozione della moltitudine” : i tanti che scelgono e l'intima emozione che trova risonanza nell'animo del singolo.
Dalla scogliera alla siepe animata da un respiro luminoso prodotto da una lampada a bassissimo consumo che un software specifico mette in relazione empatica con il pubblico Lampaiuola e un giunco artificiale mobile U-bliquo affiancati da un lampione-totem fatto di rete ultraleggera Cocoon, realizzate da Salvatore Cozzolino, che ha sviluppato con Bruno Cimmino tre diverse emozioni di luce accese dal 22 ottobre al 6 novembre, esse sono state rese possibili grazie alla ingegnerizzazione della azienda "I Guzzini".
Dal mare alla terra al cielo con MediaLuna di Huub Ubbens, che dal 23 ottobre al 26 ottobre ha illuminato le antenne satellitari poste sui tetti dei palazzi disegnando un paesaggio a lune multiple.
Dalla I Rassegna “La Grande Musica per il Cinema” svoltasi in contemporanea al Teatro Politeama di Catanzaro, il premio Oscar Ennio Morricone ha voluto far giungere un proprio messaggio nella direzione di un unicum delle arti che a vicenda esaltano le bellezze di un patrimonio di beni culturali unico al mondo.
È bello sottolineare quello che nel suo videocontributo a Monumedia il prof. De Masi sottolinea come il tentativo di stupire il pubblico, il passante, di attrarre la sua curiosità, attraverso l’illuminazione di luoghi del passato artistico/storico è un filone che si pratica da moltissimi anni, ma la differenza condotta dagli artisti che realizzano il progetto Monumedia è “(…) Quello che invece mi piace è la trasformazione di opere d’arte del passato in opere d’arte del presente attraverso l’uso delle tecnologie e dell’illuminazione che diventa però scultura. Cioè la luce scolpisce eventi già esistenti che li trasforma in eventi e in fatti e in pietre completamente nuove.(…)”.

Tonia Barone


 

Lettori nel 2016

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
Verificati > 1 milione di lettori nel corso del 2015 -------------------- Previsti > 1.200.000 lettori nel corso del 2016